Giromangiando in tutta Italia

Hai una voglia improvvisa di un panino, di un piatto di pasta o anche semplicemente di un calice di vino rosso? Giromangiando è l’app che fa per te!                                                    Da un anno e mezzo, Giromangiando consente ai suoi utenti di recarsi nel posto più adatto a soddisfare al meglio le loro esigenze. Attraverso semplici operazioni di filtraggio, l’utente arriverà senz’altro nel posto di cui aveva bisogno: una birreria dove trovare molta gente con cui chiacchierare, un bar per gustare una buona cheesecake o un ristorante per una serata romantica.

Oggi Giromangiando è una community di oltre 70.000 persone, sparse in tutta la Sicilia. Ma come tutte le app, anche questa non ha l’intenzione di accontentarsi, bensì quella di aggiornarsi strada facendo. E l’obiettivo di tale aggiornamento è chiaro: rendere più stimolante la ricerca di ciò di cui l’utente ha bisogno. Come è possibile renderlo ancor più “stimolante” di così?                                                                                                                      Nessuno meglio di Dario Bellanuova, uno dei fondatori di Giromangiando, e che abbiamo avuto modo di intervistare in occasione di SWCatania2017, è in grado di spiegarcelo: “La nuova funzione che vogliamo lanciare si chiama “Lasciati ispirare”. L’utente non deve scegliere dove andare a mangiare in base a recensioni o classifiche, ma in base alla foto di quel piatto che lo colpisce maggiormente.

Per raggiungere tale obiettivo, Giromangiando sta lanciando una campagna crowdfunding su Eppela, chiedendo sostegno alla, ormai ben ampia, comunità di cui si è circondato. “Vi chiediamo di sostenerci nella nostra campagna” – continua Bellanuova – “Se insieme raggiungiamo il 50% del nostro obiettivo, Poste Italiane finanzierà la restante parte. Sarebbe un traguardo fondamentale per noi; non ci basta essere sparsi per tutta la Sicilia, vogliamo giromangiare in tutta Italia. Se raggiungeremo l’obiettivo, ci saranno tantissime ricompense per voi e per i ristoranti.

–  Roberto Faraci

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *