Moto GP: a Valencia trionfa Marquez

Sono le ore 14:00 di domenica 12 novembre quando i piloti della moto GP si schierano sulla griglia di partenza per partecipare all’ultima gara stagionale, quella che assegna il titolo mondiale ad uno tra Marquez o Dovizioso.

I semafori si accendono, la gara ha inizio e Marquez sfrutta la pole conquistata il sabato, che gli permette di superare le inquietudini della prima curva: Iannone e Zarco avevano promesso battaglia, ma Pedrosa si trasforma in un ottimo scudiero per il compagno di team, scortandolo. Il francese della Yamaha Tech3 si è pero presto fatto sotto e al 3° giro  passa al comando, complice anche un prudentissimo Marc che prima alza lo sguardo e poi lascia passare l’avversario, per evitare guai. Dovizioso parte bene, segna il tempo migliore alla terza tornata ma si trova davanti Lorenzo: invece di agevolare la rincorsa del compagno di squadra, lo spagnolo preferisce mantenere la quarta posizione e Andrea così perde tempo prezioso. Dietro la coppia Ducati si intravede la sagoma di un caparbio Valentino, che nonostante una moto non più competitiva, riesce a risalire il gruppo.

 

Andrea-Dovizioso-Valencia-2017

 

Dai box della Rossa partono dei messaggi per Lorenzo, sul cruscotto della Gp17 e con le lavagne a bordo pista. Jorge prima della gara aveva giurato mille volte di essere pronto a sacrificarsi per la squadra, ma dopo il via non è stato di parola, continuando ad ignorare gli ordini.

Quando inizia l’ultima fase della gara, succede di tutto, colpi di scena ad ogni curva. Al 23° giro il catalano supera il francese, ma intimorito dal ritorno di Yoann sbaglia l’impostazione della prima curva andando clamorosamente lungo. Sembra cadere e finire per terra, perché ormai sdraiato su di un fianco, con il gomito sinistro sull’asfalto, ma come un equilibrista riesce a risollevare la moto, a raddrizzare la Honda, finendo solo nella ghiaia che gli permette di tornare in pista perdendo appena 4 posizioni. Nello stesso giro cade Lorenzo, subito dopo è il turno di Dovizioso. Anche Andrea finisce nella ghiaia, però a differenza di Marquez, non riesce a tenere su la Rossa. Tutto impolverato rientra mestamente al box, dove viene accolto da un grande applauso dei suoi.

Ad un giro dal termine Pedrosa passa Zarco, mentre Marquez ancora una volta rischia di uscire, ma poi taglia il traguardo a braccia alzate, classificandosi 3°. Dietro di lui Rins, quindi Valentino.

 

motogp-valencia-marquez-gara-2017

 

Dovi una volta raggiunti i box con la sua Ducati, è stato accolto dagli applausi di tutto il suo box, che fino alla fine ha lottato e  ha creduto con lui. Toltosi il casco, visibilmente emozionato per il momento, ha applaudito anche lui i suoi uomini dicendo solo “Grazie a tutti”.  Quanche minuto dopo il forlivese ha lasciato delle dichiarazioni: ”Volevamo questo titolo quanto Marc, ho dato la vita dal primo giro ma non avevo tante carte da giocarmi ,la gomma dietro calava e non potevo attaccare, facevo errorini, staccate più lunghe, non ce l’ho fatta. Ma resto contento di quest’anno, abbiamo fatto un anno esagerato. Marc ha salvato un’altra caduta ma gli faccio i complimenti perché ha fatto la differenza. Lorenzo? Non mi ha ostacolato, averlo lì davanti è stato utile perché con la sua guida pulita sono riuscito a restare col gruppo di testa”.

 

download

 

Dopo la festa sul podio è la volta di Marquez, che ai microfoni affida le sue parole: “Ho avuto un attimo di paura, ho sempre cercato di mantenere la calma, alla curva uno ho perso per un attimo la concentrazione durante la staccata e ho frenato un po’ troppo tardi, ma è andata bene: ‘stile Marquez’. Congratulazioni, comunque, a Dovi e alla Ducati: sono stati molto competitivi fino alla fine del Mondiale”.

–  Ferdinando Piazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *