Sacchetti biodegradabili a pagamento, così cambia il modo di fare la spesa!

Anno nuovo, topic nuovi, e stavolta, tocca all’ambiente e ai famigerati sacchetti in plastica compostabile. Entra con il nuovo anno infatti, una nuova accisa nella spesa degli italiani, quella dei sacchetti biodegradabili a pagamento, nel reparto ortofrutta.
La novità fresca di legislatura con la legge n. 123 del 03/08/2017; questa è frutto della Direttiva UE 720/2015 con la quale l’Europa al fine di diminuire l’impatto ambientale della plastica e polimeri derivati, chiede agli stati membri di adeguarsi e dunque inserire dei validi strumenti affinché si possa ridurre l’uso quanto più possibile del polimero in questione, che permane in ambiente per molti anni ed è fonte di inquinamento primaria.
Diventavano dunque a pagamento già dal recepimento della direttiva europea, e l’Italia ha tardato nella comunicazione delle misure adottate e richieste dall’Unione Europea, al punto che a giugno del 2017, Bruxelles ha chiesto all’Italia di comunicare la sua posizione in merito alla riduzione della plastica pro capite, pena una multa salata.
Dunque, sebbene la procedura di infrazione riguardasse solo aspetti burocratici e mancate comunicazioni, l’Italia aveva già in progetto questa misura di contrasto allo spreco.

sacchetto bio riuso

Quanto costerà agli italiani?

Il costo di ogni singolo sacchetto potrà essere di massimo 2 centesimi, fino ad un massimo di un euro per cinquanta sacchetti a spesa, oltre i cinquanta non andrebbero conteggiati e quindi non andrebbero più inseriti ulteriori costi. Si stima che annualmente per ogni italiano medio possa andare a costare circa 7-8 euro l’anno; invece, secondo codacons, questa novità costerà sommata alla già presente accisa relativa ai sacchetti per la spesa, tra i 20 ed i 50 euro l’anno, in base alla frequenza degli acquisti fatti dagli italiani, ci sarebbe dunque da monitorare la situazione.

452415623 - Copia
Variety of vegetables on shelves in grocery store

Legambiente: “Bufale e inesattezze” il DG Ciafani: “polemiche da campagna
elettorale”

L’associazione per la tutela e protezione dell’ambiente ha fatto sapere di recente che sul tema dei sacchetti girano troppe inesattezze, e si dice invece a favore della novità, una buona attività di contrasto all’inquinamento da plastica. L’associazione ambientalista fa sapere inoltre che: “tra le principali aziende della chimica verde, una volta tanto l’Italia ha una leadership mondiale sul tema, grazie ad una società che è stata la prima 30 anni fa a investire in questo settore, e che negli ultimi 10 anni ha permesso di far riaprire impianti chiusi, riconvertendoli a filiere che producono biopolimeri innovativi che riducono l’inquinamento da plastica”. Infine il Direttore Generale di Legambiente Stefano Ciafani dichiara:

“sarebbe utile che ci si preoccupasse dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento causato dalle plastiche non gestite correttamente, e che si accettassero soluzioni tecnologiche e produttive che contribuiscono a risolvere questi problemi, senza lasciarsi andare a polemiche da campagna elettorale, di cui non se ne sente il bisogno”.

L’Italia al supermercato con i sacchetti bio a pagamento, ma si pensa già all’alternativa borsa a rete.

Mentre in rete impazzano le proteste per il pagamento di questa accisa, la quale, era prima anticipata dal commerciante, che poi la inseriva direttamente sui prezzi degli scaffali (mentre adesso è direttamente il consumatore a pagarla con tanto di voce sullo scontrino); c’è già chi pensa all’alternativa ai 1-2 centesimi di euro da pagare per le buste bio. Spopola sul web la borsa a rete, da fare in casa grazie a un kit all’uncinetto dal costo di 27 euro, oppure acquistarla comodamente online dove, la “net-bag” ha un costo che varia da1,50 euro agli 8 euro a seconda del materiale, se plastico, corda o cotone bio.

netbag - Copia

Sacchetto o no, voi cosa ne pensate?

– A. Todero

 

Fonti:

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/istituzioni/2017/06/14/italia-in-infrazione-ue-sui-sacchettidi-plastica_bb7ae500-a8b0-4f0e-8748-8f515f668b68.html
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2017/08/12/188/sg/pdf
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/12/17G00139/sg
http://www.politicheeuropee.it/attivita/20334/infrazioni-aggiornamento-del-14-giugno-2017

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/green_economy/2018/01/03/legambiente-troppe-bufale-sucosto-
sacchetti-di-plastica_4e1f9dbd-0326-415d-a2a0-446c71356d2f.html
http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/rifiuti_e_riciclo/2018/01/02/sacchetti-di-plastica-bio-fra-4-
12-euro-lanno-a-famiglia_1f651d9d-597e-4826-ac4f-9784b59d5fd1.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *