Stagione p/e 2018: le tendenze da non farsi sfuggire

Cari appassionati della moda, adesso che la stagione fredda sta per lasciarci siete pronti a conoscere cosa ci aspetterà nella stagione più amata dell’anno?

 La primavera è alle porte e per non trovarci del tutto inesperti su quello che verrà e sapere come ci vestiremo per essere cool e alla moda allo stesso tempo, ecco a voi una short list sulle tendenze più riscontrate in passerella per la stagione P/E 2018.

FUTURISMO: rivoluzionaria, di stampo progressista. Maison di moda, come Fendi, prendono ispirazione dal Manifesto futurista che viene interpretato in chiave moderna in cui quadri e fiori esotici convivono in abiti e accessori.

immagine 1 (2)

MANDARIN ORIENTAL: le passerelle si trasformano in un esercito (non di terracotta) in cui bluse Manciù, tagli qipao e cappelli dou-li vengono rivisitati nella tradizione asiatica da Gucci, Desigual e Vivienne Westwood.

immagine 2 (1).jpg

WATER INSTINCT: attenti alla pioggia. Karl Lagerfeld, direttore creativo di Chanel, propone dei capi in pvc, con dettagli in cristalli e tessuti cangianti per dare ossigeno a silhouette strutturate.

immagine 3 (1).jpg

NODI: gli abiti più chic sfoderano doppia manica da annodare a bustier, stringere in vita o legare al collo in versione pullover proposto da Sacai, Y/ PROJECT e Anteprima. Effetto assicurato e da provare con le ultime tecniche ispirate dallo stile urbano.

immagine 4.jpg

BAROCCO SICILIANO: cari siciliani ormai il mondo della moda ci conosce bene grazie alle collezioni di Dolce&Gabbana che presentano uno stuolo di regine e cuori immerse in un caos mediterraneo. Tropico siciliano a suon di coccarde, di ruches e ghirigori barrochi, incorniciati da orecchini con le tradizionali Teste di Moro.

immagine 5.jpg

LITTLE BLACK COUTURE: minimi termini massimo volume, per un comune denominatore: il nero. Si tratta di abiti estremamente corti, ma con maxi dettagli che impreziosiscono il tutto per un effetto wow. (Givenchy, Lanvin, Valentino)

immagine 6

SABBIA: abiti scivolati a tinte cammello, tempeste di frange e fluidi longdress. La nuova femminilità è sinuosa e scaldata dal sole che viene presentata da Jacquemus, Max Mara e Cèline.

immagine 7.jpg

HAWAII: una ghirlanda di vestiti a tinte hot, che richiamano i colori e i tessuti floreali tipici dei tropici che vengono analizzati da una prospettiva diversa e più contemporanea. (Dsquared2, Gucci, N°21, Michael Kors Collection)

immagine 8

Reggiseni: quest’anno viene riconfermato come una delle tendenze più viste e amate dal fashion world. Ragazze, prendete la moda di petto indossandolo in versione sexy, e soprattutto in bella vista, anche sopra la giacca come proposto da Kenzo, Prada.

immagine 9.jpg

TUTE: divise ma tut(t)e d’un pezzo. Sono le jumpsuit di stagione, in versione aeronautica metropolitana in Laura Biagotti, un po’ balloom come viene presentata da Stella McCartney o stile paracadute in Valentino.

immagine 10.jpg

EFFETTO ARCOBALENO: capi dai colori vivaci e variopinti. Riflessioni fenomenologiche –nello specifico, rigata o quadrettata- di rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e violetto. In una parola: rainbow. (D&G, Emporio Armani, Antonio Marras, SportMax, Vivetta, Zadig & Voltarie, Philosophy di Lorenzo Serafini)

immagine 11.jpg

GRAPHIC NOVEL: c’è da dirlo, ormai che i giornali stanno perdendo il loro valore, gli stilisti hanno deciso per la stagione estiva di proporli su spolverini, maxi cappotti con vignette e trench con strisce animate. Comics sartoriale, per vere collezioniste pensato da Prada, Comme des Garçons e Annakiki.

CITTA’ GIARDINO: nuove fantasie floreali sempre più vivide e ricercate. Bouquet ricamati in cockail dress, rose di seta e margherite di chiffon riprodotti da Balmain, Dolce&Gabbana, Moschino.

immagine 13.jpg

ANIMALIER: Maculato, zebrato, leopardato per spolverini e coat, ma anche gonne e abiti. Queste sono le stampe più fiere e graffianti della prossima stagione proposti da Roberto Cavalli, N°21, Prada.

immagine 14.jpg

DENIM: presentato in versione trendy, spalmato e hitech, colorato, ripped o délavé, in total look o con l’immancabile cinque tasche. Quest’anno non ha nulla da invidiare al cashmere. (Tom Ford, Calvin Klein, Philipp Plein)

immagine 15.jpg

OPTICAL: vengono annerite le caselle di chemisier a mosaico, con sudoku dress ipnotici, rebus e incroci su tailleur. Un raffinato passatempo culturale, rigorosamente in bianco e nero come si vede nelle passerelle di Givenchy, John Richmond, Les Copains.

immagine 16.jpg

TURBANTI: altezzoso, creativo e, soprattutto, multietnico. Da indossare in tantissimi modi solo come sa fare Marc Jacobs.

immagine 17.jpg

PEARL JAM: un filo di perle. Si va sul classico con orecchini e collier come fanno Valentino, Vivetta, Ports 1961 oppure si opta per tacchi sferici e decori preziosi nei vari look di Hermès, Elisabetta Franchi e Emilio Pucci.

immagine 18.jpg

Natalia Carnemolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *