L'appetito vien… Giromangiando!

Come se UFO, scie chimiche, caldo estivo ed esami non bastassero, quest’estate sta emergendo una nuova pericolosa minaccia, che attenta alla prova costume (per chi ne tiene conto) ed indubbiamente alla monotonia culinaria.

Parliamo di Giromangiando, un’app che ha l’indubbio merito di risolvere l’annoso problema del “Dove andiamo a mangiare?” capace di rovinare serate tra amici e farle crollare nella monotonia del ‘solito posto’.

Protagonista assoluto è il piatto servito, una foto e -cosa più importante- nessuna valutazione, per far sì che l’utente non venga influenzato dalle recensioni, il più delle volte faziose e non collegate all’effettiva qualità del locale di riferimento (vedasi il TripAdvisor-gate esploso poco più di un anno fa).

A presentarci l’app è Dario Bellanuova, un passato da studente presso l’Università di Catania e adesso giovane imprenditore siciliano che è partito proprio dalla sua Catania per realizzare qualcosa di utile e innovativo ed ora con Giuseppe De Luca, Marco De Costantini e Alessandro Peloso sta lanciando la nuova app.

Giromangiando difatti nasce come una community di catanesi che poi si è allargata a macchia d’olio, raggiungendo -ed è questa la vera novità- finanche Roma.

Dall’Etna al Tevere il passo è breve e a spiegarci il perché è proprio Bellanuova: “In realtà i due ecosistemi di Roma e Catania sono molto simili ed è per questo che stiamo lanciando l’app qui, anche per testare le preferenze degli utenti e fornire loro un servizio il più soddisfacente possibile. Unica differenza? I romani sono più tradizionalisti dei catanesi –sorride Bellanuova– che amano provare cose nuove” e per verificare ciò basta visitare la pagina facebook di Giromangiando per Roma (che conta già quasi 3.000 iscritti) e vedere le intuibili reazioni dei romani davanti ad una cd. ‘carbonara con uova d’anatra e speck’.

Avete bisogno di altri motivi per scaricarla?

La nuova funzione Ispirami e una nuova piattaforma più user-friendly renderanno l’esperienza unica e soddisfacente, quasi quanto i piatti che troverete! E se tutto ciò non bastasse, a breve verrà realizzata una piccola sorpresa in collaborazione con il team di Beentouch (definita “lo Skype19756495_1924904024390338_4390604535270762851_n italiano”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *