It – e voi di cosa avete paura?

Avete mai sentito parlare della città di Derry? Avete mai sentito parlare dei suoi paesaggi rurali tipici del Maine, della sua piccola comunità, delle sue feste cittadine, delle parate, degli omicidi… dei bambini scomparsi… o degli arti mangiucchiati ritrovati nei canali di scolo? Se non avete mai sentito nulla di tutto questo… bhè, è ora che leggiate la più grande e famosa opera scritta da Stephen King. Ma se non volete addentrarvi in un impervio sentiero lungo oltre mille pagine, correte al cinema; perché Pennywise è tornato.

IMMAGINE 1

Ventisette anni dopo la miniserie cult del 1990, il clown più iconico dell’immaginario collettivo torna in un film che supera di gran lunga ogni aspettativa. Come al solito, quando iniziano a girare le prime voci che un remake di un film tanto amato è in produzione, si è più spaventati che eccitati. Spaventati dal pensiero che il nome dell’opera originale verrà infangato da una moderna e, perché no, eccessiva pellicola Hollywoodiana. Ma non è questo il caso. L’It di Andrès Muschietti è un superamento in tutto e per tutto di quello degli anni ’90.
La storia, seppur non fedelissima a quella del libro, riesce ad infondere le stesse atmosfere e le stesse sensazioni dell’opera di King.
Il cast è impeccabile. I ragazzi scelti per interpretare i sette membri del “Club dei Perdenti” rendono più che bene la loro parte. Tra loro va soprattutto evidenziato Jaeden Lieberher nel ruolo protagonista di Bill e Finn Wolfhard, non nuovo a ruoli del genere (ricordatevi Stranger Things). Ma, ovviamente, il vero protagonista di questo film è soltanto uno. Colui che ha reso possibile far quasi dimenticare il già iconico Tim Curry: Bill Skarsgard.
Il giovane attore svedese, figlio e fratello di già rinomate star di Hollywood, grazie alla sua mostruosa interpretazione del nuovo Pennywise, ha ottenuto un posto d’onore al tavolo delle leggende nel Valhalla cinematografico. Calato perfettamente nella parte del clown danzante, Skarsgard riesce benissimo ad infondere una profonda inquietudine e a rimanere impresso nella mente del pubblico. Il suo Pennywise è talmente ben caratterizzato da farvi attendere con ansia, ma anche con impazienza, il prossimo momento in cui si mostrerà.

Insomma, Bill Skarsgard ha reso più che dignitosamente onore alla sua controparte cartacea e alla sua famiglia già consacrata nel mondo del cinema.

IMMAGINE 2

It non è un film horror qualsiasi. Non troverete una pellicola basata sui classici jumpscare. No. Quello che troverete sarà una storia ricca di suspence e inquietudine. La storia di un gruppo di perdenti, semplici ragazzini che si troveranno ad affrontare le loro peggiori paure. Dei ragazzini che solo insieme acquisteranno il coraggio necessario a combattere It. A combattere ciò che più li spaventa.
E voi, di cosa avete paura?

-Giovanni A. Amato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *