Crossfit: la nuova alternativa alla palestra?

Crossfit, Crossfit, Crossfit, se ne parla davvero spesso ultimamente, ma vi siete mai fermati a capire che cos’è veramente? Da dove nasce e se davvero funziona? Non perdiamoci in chiacchere e andiamo subito a vedere che cos’è questo nuovo modo di fare fitness. Il Crossfit, innanzitutto, non è un vero e proprio sport, bensì un marchio registrato e brevettato, appunto “Crossfit Inc.”, che abbraccia un nuovo sistema di fitness vero e proprio. Gli allenamenti di Crossfit prevedono esercizi a corpo libero ad alta intensità, scanditi a intervalli regolari (EMOM, AMRAP, RFT), miscelati alle tecniche di sollevamento pesi olimpico (SNATCH, SQUAT, JERK, DEADLIFT, ecc.).

 Screen-shot-2012-03-01-at-1.36.08-AM.png

Da dove viene tutto questo? Ma dagli amati USA ovviamente, dove, negli anni 2000, Greg Glassman e Lauren Jenai si sono uniti per dare vita al progetto. Le loro ideologie si sono fuse per creare a qualcosa di nuovo e diverso dalle classiche attività comuni che si possono svolgere in palestra, esercitando un semplice principio: ogni giorno un allenamento diverso dal giorno prima e così via, in modo tale da non ripetere mai due sessioni di allenamento uguali tra di loro. Ma andiamo adesso più a fondo nella questione analizzando le differenze con la classica palestra. Una comune scheda da palestra scandisce l’allenamento con cadenza settimanale, dividendo giorno per giorno i vari gruppi muscolari da sollecitare. Un giorno bicipiti, uno gambe, uno spalle e così via fino al raggiungimento di determinati obbiettivi. Può ovviamente capitare di ripetere la stessa scheda per più di una settimana se gli score non vengono raggiunti, sapendo quindi giorno per giorno cosa ci si aspetta. Il bello del Crossfit è proprio questo, ogni allenamento o meglio WOD (Workout Of the Day) è sempre diverso dal precedente, escludendo a priori la possibilità di ripetizione di un medesimo allenamento. Altro punto a favore rispetto a questo nuovo modo di allenarsi è che i gruppi muscolari sollecitati per singolo allenamento sono diversi.

62F08F91-E5E9-4686-BDA4-E5220089359F-9378-000016CAC319EDD8_tmp.jpg Ogni WOD, infatti, si concentra su più fasce muscolari allo stesso momento sfruttando una grande varietà di esercizi svolti a corpo libero, anche con l’aiuto di attrezzature come Ketbell, Medball o anche sbarre e anelli, a cui vanno aggiunti, all’occorrenza, sollevamenti ripetuti del bilanciere olimpico che troviamo tassativamente in due formati: 20 Kg per l’uomo e 15 Kg per la donna. Insomma le basi ci sono, ma c’è anche di più.

Games2012_MenFinaleESPN_Rotator.jpg

Nel crossfit, nonostante non sia un vero e proprio sport, non mancano gli atleti professionisti e le relative competizioni ufficiali, anche a livello mondiale. A questo proposito esistono i “Crossfit Games”, i giochi olimpici del crossfit che anno dopo anno si svolgono negli States allo scopo di incoronare l’uomo e la donna più in forma (e non più forte) che appunto si aggiudicano l’agognato titolo di “Fittest on Heart”. E per noi siciliani? Tranquilli, i più prestanti fisicamente avranno modo di sfidarsi nel nostrano Sicily ThrowDown, competizione che si svolge ogni anno nel periodo estivo. Non esistono palestre di Crossfit esistono solo i BOX e, a Catania, ne abbiamo un bel po’. Sicuramente le possibilità per provare questo nuovo modo di intendere l’allenamento non mancano e ora che ne sapete di più siete pronti a mettervi in gioco?

 

-Simone Musumarra

Simone Musumarra

Simone Musumarra

Laureato presso il corso di Ingegneria Industriale a Catania, appassionato di Cinema, Serie Tv, Fumetti ma soprattutto della Scienza. Mi occupo infatti della sezione " Tech e Innovazioni", con aggiornamenti sulle ultime scoperte in ambito scientifico, ma anche con le ultime novità riguardo la tecnologia di uso quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *