Serie A: Hamsik come Maradona, 115 gol e il sogno di vincere uno scudetto

Marek Hamsik, capitano, leggenda e idolo dei tifosi partenopei, da ieri è entrato ancor di più nella storia del Napoli. Con il gol realizzato al Torino infatti, Marekiaro raggiunge niente di meno che Diego Armando Maradona per numero di reti complessive realizzate con la maglia azzurra, 115. Il paragone è importante, forse anche improponibile, ma c’è da mettere in atto che Hamsik di ruolo fa il centrocampista, e centoquindici gol sono tanti, tantissimi, una cifra che testimonia anche ciò che lo slovacco è per il Napoli: una bandiera. Le presenze di Hamsik sono ormai 476, terzo in questa particolare classifica della storia azzurra, dietro solo a Bruscolotti (511) e Antonio Juliano (505), numeri davvero impressionanti.

La storia di Marek Hamsik al Napoli ebbe inizio nella stagione 2007-08, quando gli azzurri lo acquistarono per 5,5 mln di € dal Brescia, squadra che ebbe il merito di scovare questo talento qualche anno prima. Fa il suo esordio con la maglia del Napoli il 15 Agosto del 2007, Napoli-Cesena, partita valida per la Coppa Italia, ed è proprio lì, all’esordio, che Hamsik realizza il suo primo gol in azzurro; qualche settimana più tardi, in Napoli- Sampdoria metterà a segno anche il suo primo gol in Serie A, consegnando la vittoria ai padroni di casa. Nel 2009, grazie alle sue prestazioni, viene inserito dal Times nella lista dei 50 giovani più promettenti al mondo, piazzandosi al 12’ posto.

 

hamsik

 

Gli anni a seguire confermano il talento intravisto in precedenza: Hamsik è un centrocampista completo, con doti più offensive, ma anche bravo a difendere, che fa degli inserimenti senza palla e del tiro dalla lunga distanza le sue armi migliori. Il punto massimo in zona gol Hamsik l’ha raggiunto lo scorso anno, con ben 15 centri in tutte le competizioni. Quest’anno invece, fino ad adesso non si è quasi mai visto il Marek Hamsik che conosciamo; lo slovacco, forse anche condizionato da questo pesante record da eguagliare, non è ancora riuscito ad esprimersi ai suoi livelli e, con il gol di ieri a Torino, è solo al suo secondo centro, ancora troppo poco per come ha abituato i suoi tifosi il centrocampista ex Brescia.

Al termine della partita di Torino, vinta per 3-1 dagli ospiti ( Koulibaly, Zielinski, Hamsik, Belotti), il capitano azzurro si è detto ovviamente soddisfatto per il gol con record, ma soprattutto ha dichiarato di essere contento per la squadra che, dopo il passo falso dell’Inter a San Siro contro l’Udinese, ritrova il primo posto solitario in classifica, nuovamente ottenuto dopo un periodo poco positivo per gli azzurri. Il Napoli dunque continua ad inseguire il sogno scudetto, ritrovando anche il gol (con record) del suo capitano, Marek Hamsik, indelebile bandiera azzurra.

–  Marco Cavallaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *