Alberi monumentali, il mipaaf approva l’elenco.

Parliamo spesso durante questo periodo di alberi di natale, e dunque a chi “ce l’ha più bello”, ma passato il periodo festivo, è bene ricordarci che non esistono solamente gli abeti, anzi, l’Italia è una grande miniera di oro verde ed il Mipaaf ha da poco stilato l’elenco di ben 2.407 alberi monumentali.

Hanno fatto la storia:

Sono alberi che hanno caratterizzato i luoghi e le tradizioni del popolo italiano sparso nelle diverse regioni, e hanno importanti caratteristiche ambientali e biologiche oltre che storici, sia per l’età che possiedono che per la flora e fauna che li circonda.

“Questo primo elenco – ha detto il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina – rappresenta uno strumento utile per diffondere la conoscenza di un patrimonio naturale e culturale collettivo di inestimabile valore. Gli alberi monumentali hanno un forte valore identitario per molte comunità e per questo vogliamo promuovere e valorizzare la loro conoscenza tra i cittadini”.

 

L’elenco si compone di specie autoctone ed alloctone (cioè importate nel luogo di impianto da altri areali/regioni ndr) che possono consistere o in singoli individui, oppure in filari o gruppi. Alcuni di questi sono inseriti in contesti urbani, dunque è facile comprendere come questi abbiano caratterizzato le culture del luogo, talvolta essendo resi partecipi di storie del luogo, un esempio chiaro oggi patrimonio dell’UNESCO per la sua valenza ambientale e storica è il Castagno dei Cento Cavalli sito all’interno del Parco dell’Etna, a Sant’Alfio (CT).

Alberi Monumentali

Gli alberi monumentali divisi per regione:

Domina su tutte la Sardegna, con ben 285 alberi monumentali inseriti in elenco, seguita poi da Piemonte (164), Friuli Venezia Giulia (139), Marche e Lombardia (rispettivamente 123 e 121), seguite da Val D’Aosta, Veneto e Basilicata che si attestano sul centinaio; intermedie Liguria, Sicilia, Provincia Autonoma di Trento, Calabria e Abruzzo, con numerosità di alberi monumentali tra l’93 e l’83, a seguire in ordine decrescente, Campania, Lazio, Puglia, Toscana, Umbria, Molise ed infine Bolzano.

L’elenco non è ancora completo.

Sono numerose le richieste al vaglio del MIPAAF su altri alberi che probabilmente potrebbero da qui a poco essere inseriti in elenco, questi è possibile visionarli sulla pagina dedicata del MIPAAF. Quello che è importante però è che con l’istituzionalizzazione di questo elenco si può finalmente lanciare un significativo segnale su quanto sia importante ad oggi la sostenibilità ambientale e la tutela dell’ambiente, per un Italia che si muove sempre più con una nuova concezione del verde, più green e più eco.

 

 

-Alessandro Todero

Credits:

 

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/natura/2017/12/21/da-mipaaf-atlante-alberi-monumentali- ditalia-sono-2.407_e4014a99-48b6-4adb-a19a-5d259bb00f80.html

 

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/11260

Un pensiero riguardo “Alberi monumentali, il mipaaf approva l’elenco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *