Narrare l’amore e allo stesso tempo rappresentarlo: la nuova grande sfida di Daniel Pennac, presto in visita a Catania

Jean e Germaine sono una coppia splendidamente innamorata nelle loro semplici ma uniche caratteristiche; sono uniti dalla passione per i libri e soprattutto dal grande amore per la vita, cosa che al giorno d’oggi è sempre più difficile trovare. Diamo uno sguardo al nuovo racconto del francese Pennac.

Una storia profonda, raccontata in un modo insolito: stiamo parlando dell’amore tra Jean e Germaine, i protagonisti del nuovo racconto di Daniel Pennac. Due personaggi semplici ed intrecciati, unici e soprattutto veri. Essi infatti non sono frutto della mente dell’autore, bensì una coppia reale, autentica; condivide il nostro mondo allo stesso tempo in cui ne parliamo.

Nell’introduzione al libro, Pennac narra della sua difficoltà nel rendere al meglio una storia “così meravigliosa da sembrare inventata“. Né un romanzo né un film avrebbero potuto rappresentarli al meglio. Da qui, l’idea di contattare la fumettista Florence Cestac, capace di raffigurare le persone come sono nella vita, quasi fossero reali. Dopo una serie d’incontri, dunque, nasce Un amore esemplare, “romanzo a fumetti” che oltre ad avere di già un gran successo, è diventato un vero e proprio spettacolo teatrale.

Uno spettacolo, già: è qui che entra in gioco Catania. Il Comune, infatti, in collaborazione con l’Università e la fondazione Oelle porterà il “romanzo a fumetti” sul palco dello storico Teatro Bellini il 6 marzo, alle 21.

Una rappresentazione teatrale che già si rivela interessantissima nella sua semplicità. Pennac, seduto, parlerà al pubblico di questa coppia, unendo testimonianza e racconto, fino a creare nella mente dello spettatore un’immagine chiara dei due. Interverranno varie personalità, oltre che la stessa fumettista co-autrice del romanzo.

Un’occasione per poter ascoltare la voce di uno degli autori francesi più apprezzati dal pubblico internazionale di ogni età. Daniel Pennac, infatti, ha scritto sia per adulti che per ragazzi. Ricordiamo, ad esempio, Abbaiare Stanca, oltre che il famosissimo Ciclo di Malaussène.

Cosa resta da fare, dunque, oltre a dare un’occhiata al romanzo – fumetto? Sicuramente attendere nella propria città un autore che col suo modo di essere e scrivere ha reso la vita di molti diversa, forse speciale.

Maya Rao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *