Storia della principessa Pyeonggang e di Ondal lo sciocco

La storia della principessa Pyeonggang è un racconto contenuto nel Samguk Sagi, un’opera che ha tramandato molte storie, poesie e canzoni coreane.
Questa raccolta risale al 1145, e la storia della principessa Pyeonggang appartiene al periodo dei Tre Regni, vale a dire tra il 57 a. C. e il  668 d. C.; in particolare al regno di Koguryo, dove la storia è ambientata.

Una favola storica

La principessa Pyeonggang era una bambina molto capricciosa e piangeva sempre, così il re per farla smettere di  piangere, la minacciava di darla in sposa a Ondal “lo sciocco”, un ragazzo del villaggio molto povero, famoso per la sua stupidità.
Quando la principessa compì sedici anni, il re decise di farla sposare col generale Ko, un nobile di un regno straniero, ma lei si rifiutò in quanto già promessa a Ondal.
Cresciuta con quelle minacce, dunque, si era convinta di dover sposare tale popolano. Così venne cacciata da palazzo e partì alla ricerca del promesso sposo.
Una volta trovato, dopo un’iniziale riluttanza del ragazzo, i due si sposarono, e grazie ai beni della ragazza, vissero in tranquillità economica.
Grazie alle ricchezze, Ondal divenne molto abile con l’arco tanto da ottenere il rispetto anche dal re, che lo nominò generale e lo riconobbe come genero.

La storia non finisce qui, perché non c’è esattamente un lieto fine.
Durante una battaglia Ondal rimase colpito a morte dai nemici di Silla.
Al momento del  funerale la sua bara era così pesante da non poter essere spostata da nessuno, finché non si presentò la principessa.
Il tocco della ragazza sulla bara riuscì a calmare e dare pace allo spirito del marito, conducendolo verso l’aldilà e consentendo la sepoltura.

La favola dunque riesce a riscattare il nome di Ondal, considerato sciocco e privo di talento, e vuole mostrare come il comune cittadino possa ribaltare la propria situazione sociale.
Allo stesso tempo c’è una grande presenza del Confucianesimo. Alla base della storia c’è la devozione coniugale, uno dei cinque rapporti da rispettare secondo la filosofia.

Diverse versioni

Del racconto sono state proposte diverse versioni e ovviamente non mancano le trasposizioni audiovisive.
La più recente è My Only Love Song, una serie del 2017 distribuita da Netflix dove la protagonista è un’attrice che viaggia nel tempo e si ritrova proprio all’interno della storia che doveva interpretare: la storia della principessa Pyeonggang.

Giulia Licciardello

Giulia Licciardello

Studio Lingue Orientali all'università di Napoli "L'Orientale" e frequento un corso di Scrittura Creativa alla Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia. Mi occupo del Portale Oriente, curiosità e leggende relative all'estremo oriente ma anche di recensioni di libri, fumetti e musical, le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *