Mauro Icardi: i numeri di un campione

Ieri si è giocata a Genova, stadio Marassi, la partita tra Sampdoria ed Inter, una sfida importante per entrambe le squadre che inseguivano i sogni europei. Il match si è concluso con un netto 0-5 per i neroazzurri e il mattatore è stato un fenomenale Mauro Icardi. La punta dell’Inter ha segnato quattro reti dimostrando freddezza in occasione del rigore, astuzia col gol di tacco e dimostrando di saper segnare con entrambi i piedi.

 

Icardi con il pallone del match

 

I due record di Icardi

Le reti di Mauro Icardi contro la Sampdoria hanno un peso specifico pazzesco. Non solo perché l’attaccante argentino è tornato in gol dopo l’infortunio ma soprattutto perché la sua 19ª rete in campionato è anche la numero 100 in Serie A per il capitano dell’Inter. Non sazio del primo record, riesce, con il quarto gol della giornata, ad arrivare a quota 103 gol segnati con la maglia neroazzurra. Il primo è un traguardo impressionante, per un classe 1993 che ha compiuto 25 anni appena lo scorso 19 febbraio. Meglio di lui solamente altri cinque pesi massimi della storia del calcio italiano. Dal 1963 ad oggi, poi, nessuno era riuscito a raggiungere questo score in così poco tempo.

 

l’esultanza dopo il 100° gol in A

 

Le tappe di un predestinato: i primi traguardi

Una cavalcata iniziata ormai nel lontano 18 novembre 2012, giorno del suo primo centro in Serie A. Già in quel caso, i segnali che si trattasse di un predestinato c’erano tutti: la rete numero 1 la segna nel derby tra la sua Sampdoria e il Genoa. Ciò che lo porta ad ottenere grande visibilità è la sua prima doppietta: il 6 gennaio 2013 regala ai blucerchiati una clamorosa vittoria in casa della Juventus capolista. Tre settimane più tardi, il 27 gennaio, realizza addirittura il suo primo poker tutto personale al Pescara, nel match vinto 6-0 dalla Samp. Il suo primo gol con la maglia dell’Inter lo segna di nuovo alla Vecchia Signora: è il 14 settembre 2013. Del resto i bianconeri, con 7 marcature, sono la sua vittima preferita dopo la Fiorentina (10). Esattamente un anno più tardi, il 14 settembre 2014, arriverà invece la sua prima tripletta nel massimo campionato, nel 7-0 contro il Sassuolo.

l’esultanza dopo il primo gol in A

 Cento in Serie A: il sesto più giovane di sempre

Quota cento, un record reso ancora più importante dalla giovane età dell’attaccante. Per trovare gli attaccanti che hanno tagliato il nastro dei 100 gol in Serie A prima di lui, bisogna risalire indietro di anni ed anni. Bisogna spolverare i ricordi di veri e propri mostri sacri, leggende che ormai appartengono alla mitologia del calcio del nostro Paese. A cominciare da un altro bomber e capitano dell’Inter, Giuseppe Meazza, fino ad arrivare a José Altafini. Un sesto posto straordinario, considerando il divario temporale che lo separa dal suo diretto predecessore. È per questo che Maurito è, a tutti gli effetti, il più giovane giocatore dell’era moderna ad aver festeggiato questo successo. Prima le 10 reti con la Sampdoria, nella sua prima stagione in Serie A, poi i 93 centri con la maglia dell’Inter: numeri impressionati, per un attaccante classe 1993. Nato in Argentina ma che in Italia ha trovato la sua terra d’esplosione e d’adozione. Calciomercato e offerte dei top club europei permettendo, ovviamente Il futuro di Maurito è ancora tutto da scrivere, ma il presente fa rima già con storia.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         –  Ferdinando Piazza

 

Ferdinando Piazza

Ferdinando Piazza

Studente di giurisprudenza iscritto presso l'ateneo di Catania. Redattore e responsabile del settore sportivo all'interno della redazione di Millennials. Giornalista per diletto, sportivo per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *