Steven Spielberg al cinema con Ready Player One

«Oggi abbiamo fin troppe opportunità per scappare dalla realtà, usando la tecnologia per esempio. Ready Player One nasce per essere un viaggio sulle montagne russe verso il futuro della realtà virtuale. Ma contemporaneamente è una favola caotica su come “troppo di niente è comunque troppo”». Così si esprime Steven Spielberg, regista pluripremiato e recente vincitore di un David di Donatello alla carriera. Dopo meno di un mese dall’uscita del suo ultimo film, The Post, torna di nuovo al cinema con l’attesissimo film Ready Player One. L’adattamento cinematografico del libro fantasy-distopico di Ernest Cline, che vede come protagonisti Tye Sheridan e Olivia Cooke, sarà in sala da Mercoledì 28 Marzo.

 

spielberg ai david di donatello

 

Un film distopico pieno di passato

Già dal trailer, il film si presenta colorato, frenetico e divertente; sembra che Steven Spielberg abbia fatto l’impossibile, bilanciando la nostalgia con una nuova coinvolgente storia che richiama la magia dei suoi primi film. Anche se ambientato in un distopico 2045, la pellicola è intrisa di elementi che richiamano la pop culture degli anni ’80. «Ho realizzato che non potevo dirigere un film se avessi messo in questo solo le mie migliori hit, fare ciò in mio onore toccherebbe ad un altro regista semmai. Quindi ho deciso di lasciare la maggior parte dei miei lavori da Ready Player One. Qualche richiamo l’ho inserito ugualmente, come per esempio la DeLorean di Ritorno al Futuro e T-Rex di Jurassic Park. Inoltre, ci sono tantissimi altri richiami agli anni ’80, che sono sicuro non mi macherà avervi inserito altri miei precedenti lavori.»

 

nuovo film di steven spielberg

 

Steven Spielberg dice la sua sul “nuovo” cinema

Ultimamente, Steven Spielberg ha preso seriamente la questione sui canali di trasmissione dei film. Come tanti ad Hollywood, è preoccupato del crescente numero di film che passano dai cinema alle piattaforme streaming, come Netflix, Amazon Prime e tante altre. «Non considero veramente Film, una pellicola che viene rilasciata su Netflix e immediatamente dopo al cinema, per una sola settimana. Per me sono film da televisione, serie tv, ma non sono assolutamente veri film» Così il regista ha espresso il suo punto di vista, aggiungendo, «Credo che i film appartengano al cinema. Sono un sostenitore dei film al cinema: lo schermo è nettamente migliore di un 45 pollici, l’audio è migliore e di conseguenza migliore sarà anche l’esperienza, soprattutto se vissuta a contatto con persone sconosciute.»
Non potendo che essere d’accordo con Spielberg, vi invito ad andare a vedere Ready Player One, dal 28 Marzo al cinema.

 

steven spielberg contro netflix e amazon

                                      

– Michela Calanna

Fonte: thestar.com

Michela Calanna

Studentessa al Liceo Linguistico Archimede di Acireale (CT). Appassionata di cinema, serie tv e libri, ma costantemente alla ricerca di curiosità interessanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *