Meno sangue per Pasqua – LAV: ”No all’agnellino”, CODACONS: “Calo di consumo”

agnello_millennials_pasquaTempo di Pasqua ed è già bufera che impazza sul web contro l’uccisione degli agnellini da consumare per Pasqua e pasquetta annessa. Difficile dire chi sia nel giusto e chi nel torto. Nel frattempo però, la Lega antivivisezione (LAV ndr) ha in questi giorni rilasciato grazie all’ideazione della Funniveg Academy un menù vegano, appositamente studiato con diverse tipologie di ricette.

Menù senza carne, senza rinunciare al gusto

Sul sito www.cambiamenu.it è dunque possibile trovare diverse ricette per l’evento pasquale. Tutte ricette che presentano una sensibilità verso i vegani. “Un menù che conferma, ancora una volta, come sia possibile conciliare gusto e sensibilità per gli animali” a detta di Paola Segurini, responsabile LAV Area scelta vegan. Nel menù è possibile trovare prodotti come: uova di frutta secca, che a sorpresa si trasformano in un gustoso formaggio vegan, il “Raggio di Primavera” un omaggio alla tradizionale pasta fresca con verdure,infine, il “Seitan Stonnato” e un “dolce a tre strati” al cioccolato.

raggio di primavera_funnyveg academy pasqua

LAV la cucina vegana soddisfa il palato in qualunque occasione

Secondo Paola Seguirini, “la cucina a base 100% vegetale è in grado di soddisfare il palato in qualunque occasione. La cucina vegana è pratica, semplice, e alla portata di tutti. I numeri parlano chiaro, vegetariani e vegani sono oggi il 3% della popolazione italiana, a conferma di come questa scelta alimentare stia cominciando ad avere il riconoscimento che merita”. Ma – osserva la Lav – “ciò nonostante ogni anno, purtroppo, sono circa 500 mila gli animali macellati nel periodo pasquale”.

Flash mob e campagne di sensibilizzazione e pro vegan

Continua la sensibilizzazione della LAV da settimane, dice la Segurini, grazie alla campagna ‘Let it beee’ e diversi flash mob danzanti. I volontari LAV sono riusciti, infatti, a mostrare quanto potrebbe essere felice la vita di agnellini e capretti se questi potessero continuare a belare e a correre nei prati.

Crolla il consumo d’agnello

Mentre la LAV continua la sensibilizzazione, il CODACONS in occasione della Pasqua 2018 segnala che il consumo d’agnello è sceso del 10%. Il calo, avviene nonostante il prezzo di vendita sia al -5% rispetto agli anni precedenti. Le famiglie italiane, preferiscono sostituire tale prodotto con pollo, tacchino e maiale. Un totale di 5mila tonnellate in meno di agnello consumate durante il periodo pasquale.

Alessandro Todero

Alessandro Todero

Classe 1992, nato alle pendici di Mongibello (comunemente conosciuto come Etna) a Catania, in Sicilia. Tra il profumo degli agrumi, e il sapore caratteristico degli arancini, ha intrapreso la via dell’attivismo politico-culturale promuovendone le diverse sfaccettature che si stanziano nel territorio catanese. Maturità artistica e Laurea in Pianificazione e tutela del territorio e del paesaggio, ha la propensione per i temi quali: Architettura, Arte ed Ambiente. Oggi trascorre il proprio tempo tra associazionismo, volontariato e studi di tutela ambientale presso il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) nel corso di laurea magistrale in Salvaguardia del territorio, dell’ambiente e del paesaggio. Un aggettivo caratterizzante? MULTITASKING!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *