Formula 1: in Cina vince Ricciardo, Vettel colpito da Verstappen

La Red Bull, guidata da Daniel Riccairdo, vince il Gran Premio di Cina 2018, terza prova del mondiale di Formula 1. Sul circuito di Shanghai, Ricciardo ha preceduto i due finlandesi Valtteri Bottas, su Mercedes, e Kimi Raikkonen con la Ferrari. Dopo due vittorie consecutive e dopo essere partito dalla pole, Sebastian Vettel è solo ottavo, a causa di un contatto con Verstappen nel corso del 43esimo giro. Subito ai piedi del podio si è classificato il campione del mondo Lewis Hamilton, con la Mercedes, che ha sopravanzato l’olandese della Red Bull. Quest’ultimo ha subito una penalità di 10′ secondi dopo la manovra azzardata nel tentativo di superare il tedesco della Rossa, che lo ha retrocesso al quinto posto. Sesto è Nico Hulkenberg seguito da Fernando Alonso (McLaren), settimo. A punti anche Carlos Sainz (Renault), nono, e Kevin Magnussen (Haas), decimo.

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

 

Cronaca della gara

Partenza aggressiva di Vettel che stringe subito su Raikkonen (partito leggermente meglio del compagno), il quale deve alzare il piede e farsi passare da Bottas. Verstappen parte forte e passa Kimi in curva 6 dopo aver già passato Hamilton. Corsa lineare fino alla fase dei pit-stop, quando la Ferrari non azzecca la strategia. Bottas anticipa la sosta e quando anche Vettel si ferma il finlandese passa davanti, con Raikkonen che invece viene lasciato troppo in pista (anche per un tentativo di “stoppare” Bottas davanti a Seb) e che, dopo il pit stop, torna in pista addirittura in sesta posizione.   Avviene poi la scontro tra le due Toro Rosso (Gasly tampona Hartley) e la gara cambia. Approfittando della Safety car le due Red Bull vanno intelligentemente ai box per montare gomme soft fresche. E’ la scelta giusta e le due Rb possono attaccare. Rientrata la Safety car, la classifica dice Bottas, Vettel, Hamilton, Verstappen, Raikkonen e Ricciardo, e il gruppo compatto permette alle Red Bull di effettuare dei sorpassi.

Verstappen, però, esagera: prima finisce fuori pista nel duello con Hamilton e ad approfittarne è Ricciardo che ringrazia e passa. Poi tampona Vettel alla curva 14. Disastro per la Ferrari, con Vettel che riparte con danni al fondo mentre a Max la direzione gara infligge 10″ di penalità. Da qui inizia lo show di Ricciardo: grandi sorpassi, ultimo della lista quello su Bottas in curva 6. Il finlandese della Mercedes riesce a tenere al sicuro la seconda posizione da Raikkonen. Il ferrarista aveva approfittato dell’incidente tra Vettel e Verstappen per guadagnare delle posizioni. Al traguardo Ricciardo è davanti a Bottas e Kimi, quarto Hamilton, quinto Verstappen, solo 8° Vettel che finisce dietro anche ad Hulkenberg ed Alonso.

Le parole dei protagonisti

Ricciardo a fine gara ha dichiarato:”Non so se sia la mia vittoria più dolce, ma quando vinco io le gare non sono mai noiose. Una vittoria totalmente inattesa, se penso che 24 ore fa rischiavo di partire dal fondo della griglia. Ringrazio i ragazzi per il lavoro che hanno fatto, oggi è arrivata la loro ricompensa“.
Non c’è molto da aggiungere rispetto a quello che si è visto”Vettel non ha voluto parlare del contatto con Verstappen che ha compromesso la sua gara. “Ho perso il bilanciamento, c’era tantissimo sovrasterzo, era difficile stare in pista, non avevo più armi, ho cercato di sopravvivere“.
Avrei potuto aspettare un pochino di più, chiaramente dopo è facile dirlo, ho bloccato le posteriori ma non volevo colpirlo. Ho già chiesto scusa a Seb ma purtroppo non posso cambiare la situazione“. Queste le parole di Verstappen a fine gara.

Ferdinando Piazza

 

 

 

Ferdinando Piazza

Ferdinando Piazza

Studente di giurisprudenza iscritto presso l'ateneo di Catania. Redattore e responsabile del settore sportivo all'interno della redazione di Millennials. Giornalista per diletto, sportivo per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *