Speedo compie 90 anni e festeggia con una collezione eco-friendly

Speedo quest’anno spegne 90 candeline. Un anniversario importante, per il brand leader nei costumi da bagno e colonna portante della storia del nuoto. Questa importante occasione è festeggiata con una collezione dal sapore vintage, ma fatta al 100 % da materiali eco-sostenibili. 

Correva l’anno 1928 quando i primi costumi da bagno Speedo fecero capolino in quell’estate sull’assolata spiaggia di Bondi Beach, in Australia. Il successo da allora fu inarrestabile e l’azienda, evolvendosi e stando al passo con i tempi, ha confezionato sia i costumi per il nuoto che bikini, slip e abbigliamento pensato per il mare.

Un po’ di storia

L’azienda nasce in realtà nel 1914. Il suo fondatore è Alexander MacRae, originario della Scozia, stabilitosi in Australia nel 1910. Qui fonda la McRae Hosiery Manufacturers, che produce calze. Nel 1928 cambia il nome in Speedo, “brevettando” il primo costume per il nuoto agonistico. Nel periodo  della Seconda Guerra Mondiale la fabbrica produce materiali bellici; dopo, diventa public company,  ed è nel 1955 che Speedo utilizzerà per la prima volta nella storia la fibra di nylon per realizzare i

costumi da bagno.

L’onore massimo verrà raggiunto all’Olimpiade del 1956 a Melbourne, dove i nuotatori indossano il famoso “slippino” che sarà da questo momento in poi per sempre collegato al nome dell’azienda. Ci penserà Peter Travis a disegnare il costume così come oggi noi lo conosciamo, nel 1961. La collaborazione del brand con i Giochi Olimpici prosegue negli anni, in quanto sono gli atleti stessi che nel 1968, 1972, 1976 e 2008 competono con quei costumi addosso.

Gli anni Settanta e Ottanta sono dettati dal cambiamento di materiali e l’ingresso della lycra, che stravolge la produzione. Durante gli anni Novanta escono le linee Aquablade e Fastskin, in grado di ridurre l’attrito del corpo con l’acqua, garan

 

tendo la velocità; ci si ispira  alle caratteristiche di animali marini, come ad esempio gli squali.

Back to the past… In grande stile

 

Dalla sua nascita sono passati ben 90 anni e Speedo festeggia questo importante traguardo lanciando una collezione watershort che ricorda (anche nel logo) i primissimi costumi messi in commercio. Il plus della nuova linea è che ha un basso impatto ambientale, in quanto si prediligono materiali attinti da poliestere riciclato e finiture idropellenti con assenza di PFCI (aka prodotti nocivi). Ma non solo: i materiali scelti per confezionare i costumi comprendono anche il filato Econyl, prodotto con reti da pesca usurate, altamente dannose per la fauna marina. Come obiettivi futuri, Speedo si impegna a raggiungere il 25% nell’utilizzo di materiali eco-sostenibili entro il 2019. In più, Speedo sarà ospite del World Oceans Day il prossimo 8 giugno, per la giornata mondiale della salvaguardia della flora e fauna marina. Previste dunque attività a tema dedicate a sensibilizzare le coscienze sul rispetto dell’ambiente marino.

 

Chiara Grasso

 

 

 

Chiara Grasso

Chiara Grasso

Catanese trapiantata a Bologna, sono una specializzanda in letteratura russa e inglese. Amo viaggiare, leggere, scoprire e, naturalmente, scrivere: di cultura, di moda e di tutto ciò che fa tendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *