Riverdale: L’evoluzione del teen-drama rivelazione

Qual è il detto? Ah sì, mai giudicare un libro dalla copertina. Nè tanto meno una serie tv, nonostante questa possa sembrare il solito intrattenimento per adolescenti. La solita storia, i soliti amori, le solite discussioni coi genitori. Cosa, allora, ha fatto sì che Riverdale venisse seguita sin dal primo episodio? Ha una trama avvincente, accattivante, ma sopratutto Cole Sprouse è uno dei protagonisti! Sono sicura che tutti da bambini abbiamo visto Zack e Cody al Grand Hotel e ricordiamo quelle pesti di gemelli. Adesso i gemelli sono cresciuti e mentre Dylan è impegnato in un film ambientato in Asia, suo fratello Cole ha ottenuto il successo con il teen-drama.

 

La trama thriller della 1a stagione

Lo stato di quiete della città di Riverdale viene distrutto, quando poco prima della fine dell’estate viene ritrovato il cadavere di Jason Blossom, quarterback e capitano della squadra di football. Archie Andrews, tormentato giovane studente chiamato a scegliere se seguire la sua passione per la musica, si porta dietro un segreto al riguardo. Il giorno della scomparsa di Jason, Archie aveva udito un colpo di arma da fuoco. Quest’ultimo, sentimentalmente coinvolto con la sua insegnante di musica, è oggetto dei desideri della sua migliore amica Betty, da tempo innamorata di lui. Inoltre Veronica Lodge, ragazzina ricca e viziata, torna in città, portando con sè gli scandali del padre. A narrare le vicende è uno dei quattro protagonsiti, Jughead Jones, figlio del capo dei South Side Serpents. I ragazzi si vedranno coinvolti nel risolvere il caso dell’omicidio del loro compagno di scuola e nuovi amori nasceranno durante il corso della 1a stagione.

 

La caccia al serial killer

Dopo aver lasciato gli spettatori con un enorme cliff-hanger, la 2a stagione si riapre con la figura horror del Blackhood. Un boia, celato da un passamontagna, che vaga per Riverdale uccidendo chiunque, secondo lui, sia peccatore. Dopo Fred Andrews, prima vittima, comincia la caccia all’uomo dagli occhi verdi. Nuovi personaggi arrivano in città. Il padre di Veronica è tra questi. Proprietario delle Industrie Lodge, ma anche potente lobbista, immischiato in affari malavitosi. Dopo la chiusura della South High, i Serpents sono costretti a frequentare la Riverdale High, causando così parecchie risse scolastiche. L’amore tra Veronica e Archie procede a gonfie vele, al contrario di quello tra Jughead e Betty, che sono spesso messi alla prova. Ma è Chic che sconvolge i piani. Fratellastro di Betty, il giovane biondo, viene accolto a casa Cooper dalla madre felice di averlo ritrovato. Tanti segreti verranno a galla e l’oscurità cercherà di prevalere a Riverdale.

 

Cosa aspettarsi dalla 3a stagione di Riverdale?

Dopo il finale di stagione, lo scorso mercoledì, i fan della serie dovranno aspettare Settembre, prima di vedere come la storia si evolverà e cosa accadrà ai protagonisti. Secondo quanto Roberto Aguirre-Sacasa ha dichiarato a THR dopo il finale, come nella stagione 1 Riverdale ha ritratto i protagonisti alle prese con il mistero di un omicidio, e come nella stagione 2 gli stessi sono dovuti passare per le indagini su un serial-killer, così accadrà anche nella stagione 3. Con molta probabilità la terza stagione sarà un dramma giudiziario. In fondo, Archie è stato ingiustamente arrestato e gli amici dovranno fare di tutto per scagionarlo.

“La terza stagione avrà un importante elemento tipico di un genere, com’è già accaduto. Perché lo show è così. Non riguarda soltanto i personaggi della Archie. Ma consiste nell’inserire quei personaggi in un genere specifico, per vedere come vi si relazionano, sopravvivono e si adattano”. – R.Aguirre-Sacasa

Non vi è nulla che vi faccia gridare al miracolo televisivo, ma la serie, basata sui fumetti Archie Comics, funziona anche attraverso gli stereotipi di cui è piena. Riverdale sembrerebbe una serie TV uscita dagli anni ’90 ma ambientata negli anni ’70, tra tavole calde e milkshake, che riesce tuttavia a mostrare una sua stesura originale e ad avere un vasto pubblico nonostante tutto. Quindi, se volete guardare qualcosa di leggero, che però allo stesso tempo vi intrighi e vi tenga incollati allo schermo, questa è la serie che fa per voi. Siate pronti per Settembre!

Michela Calanna

Michela Calanna

Studentessa al Liceo Linguistico Archimede di Acireale (CT). Appassionata di cinema, serie tv e libri, ma costantemente alla ricerca di curiosità interessanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *