Focus sul nuovo Ministro dell’ambiente – Chi è Sergio Costa

Da pochi giorni ormai si è appena insediato il nuovo governo italiano composto dal Movimento 5 stelle e dalla Lega e, nonostante le continue polemiche sullo stesso governo, ci è sembrato giusto fare un focus per uno dei Ministeri che ad oggi è uno tra i più importanti. Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM ndr)

Sergio Costa

Il generale Costa, classe 1959 di Napoli è laureato in Scienze Agrarie e possiede un master in diritto dell’ambiente. Entra a far parte del Corpo della forestale diventandone Comandante della Regione Campania. Il Ministro, possiede inoltre diverse specializzazioni in attività investigative contro i reati ambientali.

Dalla lotta alle ecomafie a Ministro

Costa, è stato il promotore di numerose indagini contro le ecomafie ed è stato inoltre una delle figure più importanti nella scoperta della terra dei fuochi e dei responsabili del vasto danno ambientale. Il Ministro comunque non si dimentica della stessa, dichiarando – più volte ed a più testate – che la stessa sarà oggetto dei suoi provvedimenti.

L’ambiente al centro di questa legislatura?

Pare dunque che la tutela del territorio italiano sia in primo piano nell’agenda di governo. Quantomeno la lotta ai reati ambientali. Molte invece sono le critiche per la nomina, in quanto in particolare il Movimento si era impegnato molto in tema di energie rinnovabili. Quello che insomma potremmo certamente dire, che sicuramente la questione ambientale resta una carta valida per la nuova legislatura che non va sicuramente tralasciata.

Alessandro Todero

Alessandro Todero

Classe 1992, nato alle pendici di Mongibello (comunemente conosciuto come Etna) a Catania, in Sicilia. Tra il profumo degli agrumi, e il sapore caratteristico degli arancini, ha intrapreso la via dell’attivismo politico-culturale promuovendone le diverse sfaccettature che si stanziano nel territorio catanese. Maturità artistica e Laurea in Pianificazione e tutela del territorio e del paesaggio, ha la propensione per i temi quali: Architettura, Arte ed Ambiente. Oggi trascorre il proprio tempo tra associazionismo, volontariato e studi di tutela ambientale presso il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) nel corso di laurea magistrale in Salvaguardia del territorio, dell’ambiente e del paesaggio. Un aggettivo caratterizzante? MULTITASKING!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *