Protezioni solari: tutto quello che serve sapere

La stagione estiva è finalmente arrivata e, con sé,  pure la voglia di andare al mare. Dopo un lungo inverno cosa c’è di più bello di starsene sdraiati in spiaggia sotto il sole, sorseggiando un bibita fresca o leggendo il proprio romanzo preferito? Sicuramente non avere a che fare con una bella scottatura! Ecco, perciò, una mini guida su tutto quel che c’è sa sapere in fatto di protezioni solari e su alcuni miti da sfatare.

Cosa sono e come funzionano i filtri solari

I dermatologi sono tutti d’accordo nel dire che le creme solari sono importantissime per proteggere la pelle dall’azione nociva dei raggi solari. Il sole, infatti, è responsabile dell’emissione dei raggi UVB, i più pericolosi e colpevoli delle scottature, e degli UVA che colpiscono più in profondità la pelle provocando invecchiamento cutaneo, rughe e macchie. Per proteggersi dai primi esistono protezioni solari con il filtro SPF (Sun Protection Factor). Le categorie sono quattro (bassa, media, alta, molto alta) e vanno dal numero 6 al 50+. Gli specialisti consigliano comunque di ricorrere a un fattore minimo di 30 per poter dormire sogni più o meno tranquilli sotto il solleone. Per i bambini invece è necessaria sempre una protezione alta.

Per proteggersi invece dagli UVA non basta il filtro solare, giacché queste onde agiscono in modo diverso e non percependo la sensazione di scottature, danno l’illusione di essere innocue. È opportuno dunque acquistare protezioni ad “ampio spettro“.

Scottature e cancro cutaneo

I raggi UV sono responsabili, oltre che di invecchiamento cutaneo, eritemi, danni oculari, anche di alcune forme di tumore. Il melanoma, il più temibile fra tutti, è ancora in fase di studio. Ma è con una certa sicurezza che gli specialisti affermano di vedere una stretta correlazione tra il tumore e le scottature. Non c’è un numero definito di bruciature e ci sono vari fattori da considerare: fototipo, sensibilità, predisposizione genetica, età. Ma una cosa è certa: applicare creme solare è un grande vantaggio per ridurre il rischio della loro insorgenza. Come ben si sa, g è meglio che curare.

La crema solare rallenta l’abbronzatura?

Niente di più falso. L’abbronzatura è un modo della pelle di proteggersi quando, esposta ai raggi solari, produce grandi quantità di melanina. Ovvero, la responsabile del colorito “scuro” che tanto va di moda oggigiorno. Ma applicare la crema solare renderà l’abbronzatura solo più graduale (e senza rischio), meno traumatica, uniforme e duratura.

Come e quando applicare i solari

C’è però anche un modo corretto per applicare la crema solare. Bisogna farlo 15-30 minuti prima dell’esposizione al sole, in modo da assorbirsi, e rinnovare l’applicazione ogni due ore circa (tenendo conto di eventuali bagni a mare). Ma non basta: c’è da ricordarsi di quelle parti sensibili normalmente snobbate: labbra, orecchie, collo, mani, piedi e il retro delle ginocchia. E, se ve lo stesse chiedendo: sì, le creme solari sono necessarie anche per chi è già abbronzato. Lo strato di melanina accumulatasi sulla pelle non sarà mai abbastanza resistente per respingere l’effetto dannoso dei raggi UV.

C’è da ricordare anche che le creme solari non impediscono l’assunzione della vitamina D, alla quale, contrariamente a quanto si pensa, bastano solo pochi minuti per svilupparsi.

Le creme solari hanno la data di scadenza?

Sì, anche le creme solari hanno una loro data di scadenza. Nonostante, se ben conservate, possano durare per un paio d’anni dopo la data d’apertura, è sempre meglio attenersi alle indicazioni riportate sulla confezione. Il sole e la sabbia infatti possono danneggiare i composti chimici della crema, che perderà quindi d’efficacia. Occorre dunque comprare dei solari a ogni nuova stagione e buttare quelle dell’anno precedente.

Mettetevi ai ripari e date il via alla vostra tintarella di sole in tutta sicurezza!

-Federica Ottaviano

Credits:

https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/oncologia/le-creme-solari-servono-davvero

https://www.focus.it/scienza/salute/creme-solari-filtro-solare-protezione-solare

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *