MUSA, il museo subacqueo più grande e bello al mondo

Se siete degli appassionati di arte e vi piace visitare musei, questo è uno di quelli che non potete perdervi. Per visitarlo, non basta però pagare il biglietto: bisogna essere anche dei grandi appassionati di snorkeling! Stiamo parlando del MUSA, il museo subacqueo più grande e famoso al mondo.

MUSA, il museo subacqueo più grande e bello al mondo

MUSA, Museo Subacuático de Arte

Il MUSA venne fondato nel 2009 da Jaime González Cano, direttore del National Marine Park, Roberto Díaz Abraham, presidente della Cancun Nautical Association, e dallo scultore inglese Jason deCaires Taylor, autore delle sculture subacquee. Situato nelle acque tra Cancun, Isla Mujeres e Punta Nizucche, il museo si trova sul fondo del mare e si estende per ottomila ettari.

MUSA, il museo subacqueo più grande e bello al mondo

Le sculture del MUSA

Le 500 sculture che compongono la collezione The Silent Evolution del MUSA si trovano immerse in acque cristalline. Esse rappresentano uomini e donne ispirati al mondo contemporaneo e alla cultura maya. Essendo i fondali messicani famosi per la loro barriera corallina, il materiale scelto per realizzarle è ecologico e non inquinante. Si tratta di calcestruzzo a PH neutro, che non altera l’ecosistema marino e stimola la formazione naturale del corallo e l’insediamento di pesci e molluschi.

MUSA, il museo subacqueo più grande e bello al mondo
Eco Museo

Essendo un museo subacqueo, di fondamentale importanza diventa la sua missione. L’obiettivo è dimostrare che arte e natura possono interagire e creare qualcosa di unico. La bellezza del museo, infatti, non sta solo nell’essere posizionato sul fondale marino messicano. Ogni visitatore potrà ammirare, assieme alle fantastiche sculture subacquee, tutto ciò che Madre Natura ha creato, ammirandone l’unicità. Di fatto, le sculture si sono integrate perfettamente nell’habitat naturale, diventandone parte integrante.

MUSA, il museo subacqueo più grande e bello al mondo

Le gallerie del MUSA

Oltre ad essere noti per la loro bellezza naturale, i fondali Messicani sono adesso diventati un vero e proprio spazio espositivo. Il MUSA è suddiviso in due gallerie: il Salon Manchones, a otto metri di profondità, e il Salon Nizuc, ad una profondità di quattro metri. Per visitarle, quindi, è possibile andare in immersione o in snorkeling, oppure si può optare per una di quelle barche con il fondo di vetro.

 

Se le parole non riescono ad esprimere la bellezza di questo incantevole museo, ecco un video che sicuramente lo farà. Visitereste questo museo? Fatecelo sapere commentando l’articolo!

 

– Laura Pellegrino

Laura Pellegrino

Laura Pellegrino

Studio Lingue e Culture Europee Euroamericane ed Orientali presso l’Università di Catania. Sin da quando ero bambina, sono stata incitata a inseguire i miei sogni, a viaggiare per visitare città e luoghi sempre nuovi e a conoscere nuove culture, alla ricerca di ciò che più mi affascina. Le mie più grandi passioni? Viaggiare, fotografare tutto ciò che mi trasmette emozioni, comunicare utilizzando le lingue straniere per superare barriere etniche e linguistiche, cercare sempre nuove opportunità. Il mio motto è "Sii felice adesso, poiché è questo momento la tua vita" (Omar Khayyan).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *