Quattro serie tv incomprese di Netflix da recuperare durante l’estate

Che siate serie-tv-dipendenti o meno l’estate è sicuramente il momento migliore per dedicarsi binge watching selvaggio, a casa o sotto l’ombrellone le nostre piattaforme streaming non ci lasciano mai soli. Tra di loro c’è ovviamente il caro Netflix che da anni sembra non sbagliarne un colpo. 

Da serie-tv-addictet ho notato che nel catalogo sono presenti moltissimi piccoli capolavori di cui nessuno parla mai, non vengono troppo pubblicizzati dalla piattaforma né dagli influencer, e ci troviamo come dei somari a seguire tutti la stessa cosa.  

Per questo motivo vogliamo parlarvi delle 4 serie tv incomprese presenti nel catalogo Netflix di cui nessuno parla mai. 

Happy! 

serie netflix incomprese
Happy!

L’assurda serie tv Happy, creata da Grant Morrison e basato sul suo omonimo fumetto, è un misto di violenza, assurdità e unicorni azzurri. Nick Sax, interpretato da uno splendido Christopher Meloni, è un ex sbirro e ora sicario di professione butta la sua vita tra alcool e droghe, sempre alla disperata ricerca di un motivo per arrivare a domani. Questo motivo lo trova con Happy, un petulante unicorno azzurro amico immaginario di una bambina, Hailey, rapita qualche giorno prima da un uomo vestito da Babbo Natale. Happy sa che Nick è l’uomo giusto per salvare la sua piccola amica, inizia così un viaggio ai limiti dell’assurdo in un mondo quasi distopico alla ricerca di Babbo Natale.  

Happy è una serie meravigliosa, diretta e prodotta magistralmente, la trama si contorce intorno ai vari rapimenti e alla vita di Nick che piano piano viene a galla. Consigliata assolutamente per un pubblico adulto, la violenza ai limiti anche dello splatter è sempre presente, ma per niente fastidiosa.  

La serie comprende, per ora, una sola stagione di 8 puntate da circa 44m l’una, perfetta per chi non ha molto tempo e non vuole iniziare a seguire serie interminabili o già iniziate da tempo.  

Anne with an E 

serie netflix incomprese
Chiamatemi Anna

Chiamatemi Anna, in italiano, è la serie originale Netflix creata da Moira Walley-Beckett e basata sul celebre romanzo Anna dai Capelli Rossi di Lucy Maud Montgomery. Ammetto che di questa serie un po’ si è parlato, ma secondo me non a sufficienza e per questo molti potrebbero esserselo perso.  

La trama segue molto la linea del libro, la testarda e curiosa Anna passa la maggior parte della sua infanzia tra orfanotrofi e famiglie disastrose, finchè un giorno si ritrova, per errore, a casa dei fratelli Marilla e Matthew Cuthbert. Qui nella loro fattoria a Green Gables ad Avonlea, Canada, la giovane Anna e i suoi inusuali capelli rossi rapiscono il cuore dei due fratelli e da quel giorno la loro vita cambierà per sempre.  

Non c’entra ninete con la serie animata degli anni novanta, non c’entra niente che nulla di quello che avete già visto, la fotografia di questa serie vi lascerà senza parole. La trama affronta temi delicati con una dolcezza invidiabile, come l’abbandono, il bullismo, l’emancipazione femminile, l’importanza dello studio, la difficoltà di essere accettati, e molto altro, questo la rende una serie adatta a tutti. 

È da poco uscita la seconda stagione composta da 10 episodi da 44m, mentre la prima conta solo 7 episodi, anche voi come i fratelli Cuthbert vi innamorerete di Anna. 

Everything Sucks! 

serie netflix incomprese
Everything Sucks!

Creazione di Ben York Jones e Michael Mohan Everything Sucks è una serie originale Netflix di cui nessuno parla ma che può farvi trascorrere un piacevole pomeriggio. Purtroppo dopo la prima stagione la serie è stata cancellata, seppur l’ultima puntata lasci un finale sospeso di cui non vedremo mai la fine.  

La serie è ambientata nel 1996, il cuore degli anni Novanta, in un liceo dell’Oregon, la Boring High School, preparatevi quindi ad essere bombardati dalla cultura pop americana di quegli anni. Qui si intersecano le vite di un gruppo di studenti, tra amore, dubbi sull’identità sessuale e famiglie in crisi 

Si ride, ci si arrabbia e a volte si piange anche, è una serie per tutti, soprattutto per chi non ha voglia di seguire intrecci troppo complicati, la serie è composta da 10 episodi da 23m l’uno 

Dark 

serie netflix incomprese
Dark

Anche di Dark qualcuno ha parlato, anche se non ha fatto il rumors che mi aspettavo, serie tedesca creata da Baran bo Odar e Jantje Friese. Affrettatevi a vederla perché hanno appena iniziato le riprese della seconda stagione, non vorrete restare indietro! 

È difficile parlare di Dark, nessuna cosa che leggerete potrà prepararvi a quello che vedrete, sia è una serie che non si può guardare mentre si sta facendo altro, perché ogni movimento è essenziale ai fini della trama. La storia si sviluppa inizialmente su due livelli temporali, il passato (1986) e il presente (2019), al futuro ci penseremo poi.  

Siamo a Winden, una cittadina tedesca dove due bambini spariscono nel nulla, proprio com’era successo 33 anni prima, accompagnati da fenomeni naturali sospetti. La vicenda porta alla luce misteriosi avvenimenti che ruotano intorno a quattro famiglie i Kahnwald, i Nielsen, i Doppler ed infine i Tiedemann, in un continuo ping-pong temporale tra l’86 e il 2019 

Le puntate, per fortuna, sono solo 10, la tensione è palpabile, dovete vederla tutta per capire, armatevi carta e penna, ne avrete bisogno. Ennesima nota di merito la colonna sonora, capolavoro.  

 

– Francesca Magni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *