Formula 1: in Germania vince in rimonta Hamilton. Vettel si ritira

Il Gran Premio di Germania sul circuito di Hockenheim, undicesima gara del mondiale 2018 di Formula 1, ha preso il via con il buono spunto di Sebastian Vettel che si è difeso egregiamente dall’attacco di Valtteri Bottas che si è dovuto accontentare di mantenere la seconda posizione, dietro il duo di testa Kimi Raikkonen ha saputo resistere al tentativo di sorpasso da parte di Max Verstappen che si è dovuto accodare al finlandese. Nel frattempo Lewis Hamilton ha già rimontato tre posizioni.

Hamilton in rimonta

Lewis Hamilton continua a recuperare posizioni, al volante della Mercedes il britannico non ha nessun problema a sbarazzarsi della compagnia di Leclerc, Sainz, Grosjean, Perez, Hulkenberg e Magnussen, che divora tutti in un sol boccone risalendo fino alla quinta posizione, finalmente la Mercedes numero 44 ha strada libera davanti a sé e potrà rosicchiare qualche secondo al quartetto di testa che lo precede. 

Al 15^ giro Raikkonen prende la via della pit lane e si ferma per montare la gomma soft, tornando in pista appena davanti a Hamilton. Una sosta anticipata per il finlandese che probabilmente dovrà passare un’altra volta per i box prima della bandiera a scacchi. Vettel rimane saldamente al comando.

Vettel ai box: le rosse in testa

Quando mancano 20 giri al termine del Gran Premio di Germania ci sono due Ferrari al comando, ma tutto potrebbe cambiare con l’arrivo della pioggia! Al 26^ passaggio Vettel imbocca la via dei box per effettuare il cambio gomme. Il tedesco non poteva tardare ulteriormente la sosta altrimenti avrebbe rischiato di tornare in pista dietro a Lewis Hamilton. Pericolo scampato grazie alla strategia degli uomini di Maranello.

La gara di Ricciardo termina al 30^ giro, un problema tecnico mette fine alla domenica dell’australiano che non può far altro che parcheggiare la sua Red Bull nella via di fuga. Con il pit stop di Verstappen le due Ferrari balzano al comando con Raikkonen che precede Vettel. Hamilton comunque rimane a poca distanza e tiene lo stesso ritmo delle Rosse alle prese con problemi di blistering e surriscaldamento degli pneumatici.

Con una serie di comunicazioni via radio Vettel chiede tra le righe ai tecnici della Ferrari di avere via libera. Raikkonen su indicazione del suo ingegnere di pista si fa da parte. In curva 2 comincia a piovere forte, Leclerc e Alonso tentano l’azzardo montando le intermedie.

Arakiri Vettel: è ritiro

Ma a pochi giri dalla fine accade ciò che i tifosi della a Ferrari non potevano immaginare. Vettel, che era saldamente al comando, viene tradito dalla pioggia: non riesce a tenere in strada la sua SF71-H con le gomme slick sulla pista bagnata e l’impatto con le barriere è inevitabile. Grande delusione per il pubblico sugli spalti e via libera per le Mercedes che fanno doppietta.

Kimi Raikkonen si deve accontentare del terzo gradino del podio. Un piazzamento che ovviamente non può togliere l’amaro in bocca alla Ferrari che oggi probabilmente ha compromesso le chance di vincere il titolo iridato. 

Magistrale performance di Hamilton

Partendo dalla quattordicesima posizione, Lewis Hamilton vince a casa di Sebastian Vettel e si impone nel Gran Premio di Germania dando una spallata definitiva al rivale per la corsa al mondiale 2018 di Formula 1. Strategia incomprensibile della Red Bull che prima ferma Verstappen facendogli montare le intermedie, poi quando l’intensità della pioggia aumenta, lo richiama facendogli perdere un’enormità di tempo. Alla fine l’olandese chiude quarto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *