Insatiable by Netflix: quando il trash incontra un po’ di sana critica 

 Estate non è tempo solo di spiagge, mare, Sole e serate con gli amici, estate è rimboccarsi le maniche e portare a termine tutte le serie lasciate a metà da vari ed eventuali impegni della vita.

Fortunatamente abbiamo constatato che Netflix ad agosto non è andato in vacanza e ci ha donato Insatiable, una serie al limite del trash che non dobbiamo sottovalutare.  

Che cos’è Insatiable? 

Insatiable è una serie televisiva statunitense ideata da Lauren Gussis e prodotta da Netflix e fa il suo debutto sulla piattaforma in tutti i paesi in cui è disponibile il 10 agosto.  

Insatiable è la storia di Patty Bladel, una ragazza grassa e vittima di bullismo a causa del suo peso, grazie a un incidente improvviso Patty perde 30Kg trasformandosi completamente.

Incontra Bob Armstrong, un avvocato civile con la passione per i concorsi di bellezza che vede la sua carriera di consulente per reginette sull’orlo del baratro.  

Grazie a Patty Bob decide di riprendere in mano la sua vita e di trasformarla in una vera reginetta di bellezza, Patty vede nel lavoro di Bob la rivincita sulla vita che con lei è stata estremamente crudele, ma qualcosa, o forse più di qualcosa, va storto.  

fatty patty netflix
Fatty Patty – Insatiable Netflix

Non serve essere magri se sei brutta dentro 

Non è la solita serie sul bullismo volta a farci sentire in colpa per il nostro passato, non è la serie in cui la ragazza prima bullizzata diventa il centro del mondo e tutti si redimono alla vittima.   

Patty non è un personaggio positivo in più di un’occasione, è una ragazza fragile e insicura che anche nel suo nuovo e splendido corpo continua a sentirsi la cicciona che era. Questo perché Patty vede nel suo peso la parte più brutta di sé, ma perdere peso non serve se continui ad essere brutta dentro. 

Insatiable è una sberla contro la società e la sua mania della perfezione estetica, dove essere belli è l’unica cosa che conta davvero. Essere belli fuori non significa essere belli dentro. Puoi indossare tutte le corone del mondo, ma non servono a nulla se dentro di te non trovi la forza di essere migliore.  

Insatiable e la scoperta di sé 

Insatiable ci porta alla scoperta della sessualità e dei rapporti che vanno al di là del sesso e della scoperta di sé. Soprattutto Bob dalla prima puntata vive una serie di sentimenti contrastanti verso sé stesso e la sua vita, quando sembra aver trovato la svolta tutto viene stravolto e lasciato senza respiro.  

Bob affronta la sua sessualità in maniera sempre nuova! Più le puntate passano e più questo personaggio si mette a nudo, si riscopre e reinventa completamente. Così come Nonnie, la migliore amica di Patty, che nel corso delle puntate deve fare i conti con la sua sessualità con tutti i rischi del caso. 

Bob e Nonnie, seppur in maniera diversa e al limite dell’assurdo, mostrano al giovane pubblico che le emozioni negative sono giuste, è giusto essere spaventati, è giusto essere arrabbiati, è giusto sentirsi a disagio con sé stessi.  

bob e patty netflix
Bob e Patty – Insatiable Netflix

Basta un poco di trash e la serie va su 

Se pensate di trovare una serie molto inquadrata e impegnata come Tredici resterete delusi, perché anche se le tematiche affrontate sono molto forti e ci sono dei momenti capaci di farci riflettere tutto il contorno di Insatiable è trash allo stato puro. 

Capiamoci, il punto forte della serie sta proprio nell’essere no sense per certi aspetti e completamente sregolata, fa ridere moltissimo per alcune scene completamente fuori programma come se a un certo punto i personaggi decidano di andare oltre il copione e fare quello che vogliono. 

In mezzo a tutta questa follia però ci sono scena forti come la chiusura della decima puntata o l’arrivo di Dee al concorso Miss Magic Jesus (sì, non fa già tremendamente ridere?), una ragazza grossa in mezzo a reginette con disturbi alimentari che non si vergogna delle sue forme. 

Ovviamente prendiamo tutto con le dovute distanze, non stiamo urlando al capolavoro assoluto dell’anno, anzi, soprattutto nel finale riversa fuori tutto il trash accumulato durante le puntate, ma si fa guardare. Un perfetto connubio tra assurda leggerezza e sana critica costruttiva.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *