Italian Horror Story: Poveglia, l’isola della morte nera

Continua il viaggio alla scoperta dell’Altra Italia, dell’Italia circondata da mistero e orrore. Per una seconda Italian Horror Story visiteremo un’isola della laguna veneziana: l’isola di Poveglia, luogo della pazzia.

Storia

poveglia, isola, isola di poveglia, peste, manicomio, italian horror story, storie, italia, luoghi italiani

Poveglia è un isola della laguna veneziana. Da gioiello della repubblica marinara a luogo di rovine, oggi è soltanto un’isola deserta, ma cosa nasconde di misterioso questo luogo d’Italia quasi completamente dimenticato? Facciamo una visita nella sua Storia.

L’isola conobbe il suo apice a partire dal IX secolo, periodo in cui crebbe in abitanti e splendore. Fu però nell’anno 1379 – anno della guerra di Chioggia scoppiata tra le repubbliche marinare di Genova e Venezia –  che gli abitanti dovettero abbandonare l’isola per fare in modo che questa venisse usata come territorio militare strategico. Fu così, secolo dopo secolo, che l’isola divenne luogo degli orrori in seguito a ciò che accadde nei suoi territori.

L’isola della morte nera

poveglia, isola, isola di poveglia, peste, manicomio, italian horror story, storie, italia, luoghi italiani

Il 1700 è tristemente conosciuto come il secolo della “morte nera”, la peste. Il Vecchio Continente fu duramente colpito da questa epidemia, e la città di Venezia non ne fu risparmiata. Per evitare la diffusione, i corpi degli ammalati vennero portati e sepolti in fosse comuni proprio sull’isola di Poveglia, ma il dato più impressionante è che in seguito Poveglia fu destinata a diventare un’isola di quarantena: gli appestati, o sospettati di esserlo, vennero costretti a popolare l’isola – prima da vivi e poi da morti. Da isola dei cadaveri a lazzaretto, ancora oggi l’isola riporta alla luce scheletri di numerosi corpi.

Isola-manicomio

1922: a Poveglia viene costruito un edificio, ma ancora oggi molti si chiedono a quale funzione fosse adibito. Nel tempo sono emerse diverse ipotesi, ma la più plausibile sosterrebbe che esso ospitasse una clinica per malati di mente. Perchè esiste una tale ipotesi? Basta osservare tra i ruderi presenti sull’isola la scritta “reparto psichiatria” nelle pareti.

poveglia, isola, isola di poveglia, peste, manicomio, italian horror story, storie, italia, luoghi italiani

Complice il cinema, la letteratura o la mente facilmente impressionabile, bisogna ammettere che i manicomi sono universalmente conosciuti come luoghi degni delle più inquietanti storie dell’orrore. Si narra che il direttore di tale istituto (poi smantellato nel 1946) fosse un accanito lobotomizzatore, ma su tale dettaglio non vi sono prove schiaccianti che ne determinino la veridicità. Fa riflettere comunque il fatto che se si va a curiosare tra gli archivi veneti il manicomio dell’isola di Poveglia venga in realtà descritto come casa di riposo per anziani, quasi come se se ne volesse occultare la sua reale funzione.

La fine dell’isola

Chiuso l’ospedale si chiude anche la storia dell’isola. C’è chi parla di spiriti, entità misteriose e strani avvenimenti accaduti, c’è chi preso dallo scetticismo vede questa storia in un’ottica molto più realistica, ma pur restando a favore di quest’ultima idea, esiste in Italia un’isola più inquietante di questa?

Leggi anche: Italian Horror Story: il Maniero della Rotta

-Serena Valastro

Serena Valastro

Serena Valastro

Laureata in Lingue straniere e profondamente innamorata di cinema, musica, arte ed informazione. Scrivere un articolo è per me entrare in mondi in movimento, conoscere qualcosa di nuovo che mi permetta di vivere situazioni e sensazioni sempre diverse per poi trasmetterle a chi, a sua volta, vuole viverle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *