SMS, il ritorno di chi pensavamo non esistessero più

Li abbiamo conosciuti tutti, noi degli anni 90, e ne abbiamo davvero fatto un grande uso, in particolar modo durante il periodo natalizio (Christmas Card, la parola vi dice nulla?), sì, stiamo parlando degli SMS. Questi, hanno caratterizzato le nostre storie, dalle prime cotte, agli appuntamenti con gli amici, persino, ai numerosi auguri durante i periodi festivi (e qualcuno faceva pure il conto dei giorni della durata delle promozioni fino almeno all’Epifania).

E non è un caso che si parli di loro, infatti, dopo essere stati pugnalati (alle spalle?) dalle app di messaggistica istantanea come WhatsApp e Facebook Messenger, ad oggi, gli SMS, prendono nuovamente spazio grazie al mondo del business.

L’indagine sugli SMS

Secondo Commify, grazie ad un’indagine riportata poi su Forbes, le aziende, quest’anno utilizzeranno gli sms per circa due terzi delle comunicazioni con i clienti, e questo, in tutta Europa. Infatti, secondo il business world, è l’unico metodo per raggiungere il 100% dei telefoni sparsi per il mondo.

 

sms corpo millennials

Facebook non rimane a guardare

Zuckerberg non rimane certo ad osservare questo mercato, ed anzi, ne è molto interessato. Lancia infatti giusto qualche anno fa WhatsApp Business, che conta oggi di oltre 3 milioni di account e che permette di stare a contatto con i propri clienti in modo più efficace, aumentando il proprio business.

La stessa casa, rincorre inoltre, i vecchi sms attraverso l’uso dell’applicazione messenger. Questa può integrarsi e sostituirsi con l’applicazione principale dello smartphone (Android) e ricevere tutto comodamente dentro un’unica applicazione.

Breve storia sugli sms

Nati nel 1992, il primo sms fu inviato da un ingegnere, Neil Papworth, il 3 dicembre. L’ingegnere della Vodafone scrisse come testo del messaggio “Buon Natale”. Il contenuto, venne inviato grazie alla rete GSM (Rete ormai quasi dismessa a favore delle più rapide connessioni) sul cellulare di un collega.

 

E voi, qual è stato il vostro primo sms inviato? Lo ricordate? Fatecelo sapere nei commenti!

Alessandro Todero

Alessandro Todero

Alessandro Todero

Classe 1992, nato alle pendici di Mongibello (comunemente conosciuto come Etna) a Catania, in Sicilia. Tra il profumo degli agrumi, e il sapore caratteristico degli arancini, ha intrapreso la via dell’attivismo politico-culturale promuovendone le diverse sfaccettature che si stanziano nel territorio catanese. Maturità artistica e Laurea in Pianificazione e tutela del territorio e del paesaggio, ha la propensione per i temi quali: Architettura, Arte ed Ambiente. Oggi trascorre il proprio tempo tra associazionismo, volontariato e studi di tutela ambientale presso il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) nel corso di laurea magistrale in Salvaguardia del territorio, dell’ambiente e del paesaggio. Un aggettivo caratterizzante? MULTITASKING!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *