Valentino TKY: Occidente e Oriente vicini più che mai

Pierpaolo Piccioli, direttore creativo di Valentino, ha inaugurato un nuovo capitolo della maison nella capitale giapponese, fondendo Occidente e Oriente. L’evento si è svolto in due giornate (26 e 27 novembre), in cui è stata presentata la collezione pre Fall 2019 e l’apertura del concept store TKY presso la boutique Valentino.

Valentino, Tokyo, Pierpaolo Piccioli,

Valentino TKY: il concept store al Ginza Six

Nella prima giornata è stato inaugurato il concept store TKY nel distretto dello shopping del lusso Ginza. E’ stato allestito nella boutique Valentino, situata all’interno del centro commerciale, con la collaborazione di Sarah Andelman, aperto fino al 9 dicembre. Ciò che è venuto fuori è dato da una serie di collaborazioni con artisti locali e alcuni brand, chiamati a reinterpretare la tradizione attraverso installazioni e capi speciali. Infatti, l’obiettivo è quello di mostrare il cambiamento del Giappone nell’ultimo secolo. Per finire, all’interno della boutique oltre a  trovare capi di importanti designer giapponesi, Pierpaolo Piccioli ha pensato ad una capsule collection ispirata ai Manga. Un tributo, che vede gli animali simbolo della Maison trasformarsi in personaggi animati.

Valentino, red dress, vestito rosso, vestito rosso strano, catwalk, runway, sfilata di moda, manga, anime, butterfree

Pre Fall 2019: il ready-to-wear maschile e femminile in passerella

E’ il risultato di due mondi così diversi, Occidente e Oriente, che al tempo stesso diventano affini. E’ ciò che lo stilista ha voluto mostrare il 27 novembre con la collezione Pre Fall 2019. Reinterpretazione e dialogo sono i concetti che ruotano attorno alla collezione in cui il rosso, iconico colore della griffe, fa da protagonista. La sfilata si è svolta al Terrada Warehouse, dove per la prima volta nella storia di Valentino il ready-to-wear maschile e femminile sfilano insieme. Tra gli ospiti non potevano mancare celebrities e influencers da tutto il mondo. Dalle gemelle Amiaya, la poetessa indo-canadese Rupi Kaur, Aureta Thomollari e Sita Abellan. 

La collezione mostra la trasformazione e l’evoluzione del patrimonio stilistico della casa di moda, secondo la cultura giapponese contemporanea. Ma, Piccioli riesce a non stravolgere l’identità del brand attraverso i colori e il fitting degli abiti in cui ruches e plissé adornavano il tutto. Una sorta di gioco tra opposti, che sono in perfetto equilibrio tra loro, dove è possibile coniugare la capacità creativa italiana e l’eleganza giapponese.

Valentino, red dress, vestito rosso, vestito rosso strano, catwalk, runway, sfilata di moda,

Pierpaolo Piccioli ha dimostrato anche questa volta di saper fare il suo mestiere con quella genialità artistica che lo contraddistingue.

Natalia Carnemolla

Studentessa di Fashion Marketing&Business Management,20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *