L’aceto di alcol: il multiruolo casalingo

Economico, super efficace ed amico dell’ambiente, stiamo parlando dell’aceto di alcol bianco un prodotto immancabile in casa. Il vero multiuso delle faccende quotidiane.

Che cos’è?

Ottenuto dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nella frutta, l’aceto di alcol (o aceto bianco) è un prodotto totalmente naturale il cui principio attivo è l’acido acetico. É un prodotto totalmente atossico con proprietà sgrassanti ed antibatteriche.

Conosciuto in Italia da qualche anno, ha avuto una prima diffusione come condimento, utilizzato solo dagli addetti ai lavori. Non è il massimo come alimento ma è l’ideale per pulire ed igienizzare la casa in modo ecologico ed economico. Infatti si trova in ogni supermercato ad un prezzo che varia tra i 70 e gli 80 centesimi a bottiglia.
Un vero e proprio multiuso, l’alleato ideale per pulire gli ambienti domestici, far sparire i cattivi odori, smacchiare e ammorbidire il bucato.

In cucina

Si sa, la cucina spesso si sporca un bel po’. Ad esempio non è strano, alle volte, ritrovarsi col il fondo delle pentole bruciato.
In questi casi basta semplicemente riempiere con due centimetri di aceto di alcol le pentole bruciate e metterle sul fuoco per quattro minuti. I residui si staccheranno della pentola e saranno facilmente rimovibili.
L’aceto di alcol è un valido aiuto anche per far tornare a splendere le stoviglie di rame. Basterà mischiarlo con del sale grosso da cucina e passare il tutto sulle pentole con una spugnetta.
Le sue capacità brillantanti sono utili anche con l’argenteria. Se in casa c’è dell’argenteria in vista può capitare che nel tempo si ossidi, rovinando così il suo aspetto originario. Ma strofinando bene con un panno inumidito di aceto di alcol, l’argenteria riacquisterà la sua brillantezza originaria.

aceto di alcol, pulizia, casa, cucina, cucina moderna, trucchi della nonna,
Modern kitchen, a white table with a mug and green salad

Elettrodomestici

È anche un ottimo amico degli elettrodomestici. Si può utilizzare nelle lavastoviglie come brillantante, oppure per eliminare cattivi odori dal frigo o dal microonde.
Le proprietà anticalcare dell’aceto bianco lo rendono efficace per scrostare bollitori ma, soprattutto, lavatrici. In quest’ultime è possibile organizzare dei veri e propri cicli di manutenzione cadenzati in modo semplice e conveniente. Basta versare un litro di aceto bianco nel cassettino per il detersivo ed attivare un lavaggio a vuoto a ciclo breve a 30 gradi.

Bagno e lavanderia

Rimaniamo in lavanderia. In quest’ambiente, e in bagno, nei pavimenti finisce spesso dell’acqua che, col tempo, produce calcare.

Applicando dell’aceto di alcol sulle mattonelle dopo un quarto d’ora il calcare dovrebbe essere solo un ricordo. Lo stesso procedimento può essere usato per pulire il lavabo, la vasca, la doccia o il bidet. Per il wc l’aceto bianco rappresenta un’ottima alternativa all’uso di prodotti chimici. Basterà versarlo sulla tazza e lasciarlo agire per una notte, la mattina successiva ripulendo il tutto con una spazzola ogni traccia di incrostazione verrà via.

Cattivi odori

L’aceto bianco può essere d’aiuto in casa per completare le pulizie domestiche del soggiorno o di altri ambienti, eliminando i cattivi odori. Basta riempire un nebulizzatore con dell’aceto e un po’ d’acqua per poi spruzzarlo là dove serve.
In questo modo è possibile eliminare gli odori sgradevoli dagli ambienti della casa come i cattivi odori dalla cucina oppure eliminare la puzza di sigarette dal divano spruzzandolo a breve distanza dal sofà. Valido alleato per la pulizia del frigorifero.

aceto di alcol, pulizia, casa, cucina, cucina moderna, trucchi della nonna, living room

Il bucato

Dunque l’aceto bianco è un prodotto naturale da usare come alternativa a vari composti chimici per lavare la biancheria e il bucato in generale.

Essendo antibatterico è perfetto per disinfettare i capi sporchi ed è un’ottima all’alternativa all’ammorbidente, per questo è possibile usare l’aceto anche duranti i lavaggi.
Ma non solo: l’aceto di alcol può dare una mano anche durante i primi lavaggi a mano della biancheria colorata, per evitare la perdita di colore.

Per fissare i colori ai tessuti, prima di passare al lavaggio vero e proprio, è sufficiente lasciare il capo immerso in una bacinella d’acqua in cui è stato diluito un bicchiere di aceto bianco.

Avvertenze

Nonostante sia ricco di “super poteri” l’aceto bianco ha anche degli aspetti negativi. Innanzitutto è altamente sconsigliato il suo uso su pavimenti di marmo perché potrebbe danneggiarli irrimediabilmente.
Il principale dei suoi difetti, però, è l’odore. Infatti l’aceto di alcol ha un odore molto pungente, per certi versi sgradevole. Ma a differenza di altri tipi di aceto, come l’aceto rosso, il cattivo odore dell’aceto bianco sparisce dopo pochi minuti portando via con sé anche vari tanfi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *