Il giardiniere virtuale: nasce Anthosart green tool

Pensavate che la tecnologia potesse avere un limite e che fare il giardiniere fosse solo un attività da fare studiando sui libri? Ed invece, no (ed in questo caso, menomale). Nel corso degli anni sono state diverse le scoperte in campo informatico e tante le invenzioni, da quelle sociali a quelle che permettono oggi di tutelare il mondo e la vegetazione.

Nasce grazie ad Enea, Anthosart Green Tool, il giardiniere virtuale. Lo strumento, è frutto della collaborazione tra Enea, il Forum Plinianum e la Società Botanica Italiana.

Il progetto, finanziato dal Miur, è un valido strumento per progettare aree a verde nel pieno rispetto dei principi di eco sostenibilità. Il tool, individua infatti le specie più adeguate maggiormente indicate per una determinata area geografica in Italia.

Massima resa con il minimo sforzo con il giardiniere virtuale

Lo strumento Anthosart Green Tool, mira a ridurre costi gestionali di aree a verde ed il consumo d’acqua. Inoltre, il giardiniere computerizzato permette di scoprire eventuali usi delle piante nell’alimentazione e nell’artigianato.

Il tool è anche una biblioteca virtuale con informazioni circa gli usi in arte, letteratura, apparizioni nella musica e la presenza delle specie nel territorio.

Vivaisti, progettisti ma non solo

Il giardiniere virtuale è un tool indicato per i tecnici del settore in quanto sono presenti oltre 1400 specie. Vivaisti, progettisti, amministratori, ma anche privati. Il tool è un valido strumento anche per lo studio delle specie d’Italia e dunque a portata di studente. L’obiettivo è quello di valorizzare le specie autoctone e promuovere la tutela del territorio, dell’ambiente e del paesaggio.

Alessandro Todero

Classe 1992, nato alle pendici di Mongibello (comunemente conosciuto come Etna) a Catania, in Sicilia. Tra il profumo degli agrumi, e il sapore caratteristico degli arancini, ha intrapreso la via dell’attivismo politico-culturale promuovendone le diverse sfaccettature che si stanziano nel territorio catanese. Maturità artistica e Laurea in Pianificazione e tutela del territorio e del paesaggio, ha la propensione per i temi quali: Architettura, Arte ed Ambiente. Oggi trascorre il proprio tempo tra associazionismo, volontariato e studi di tutela ambientale presso il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) nel corso di laurea magistrale in Salvaguardia del territorio, dell’ambiente e del paesaggio. Un aggettivo caratterizzante? MULTITASKING!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *