Tottenham 2.0

Siamo in un’epoca diversa del calcio, una nuova fase. A dirla correttamente, gli inglesi questa nuova era la vivono da decenni. Tra un fondo estero ed un ricco proprietario di casa, in Inghilterra la cultura dello stadio di proprietà è esistente da anni a differenza nostra ed allora ecco l’ultimo, quel capolavoro del nuovo White Hart Lane, il nuovo stadio del Tottenham.

Il comodissimo passaggio

Il passaggio da uno stadio all’altro per il Tottenham è stato praticamente un’ innegabile bellissimo lusso: Wembley.

Tuttavia Wembley era assolutamente un ripiego, seppur mica male. Il Tottenham da adesso ha il suo stadio, quello per cui non ha fatto due interi mercati: quello estivo come quello invernale hanno appunto visto 0 acquisti degli Spurs.

Struttura, capienza

Il nuovo White Hart Lane è un capolavoro di 62.062 posti, con i migliori comfort e con ogni novità possibile. L’idea era quella di fare il più grande stadio londinese, come è in effetti.

Per dieci anni di discussioni circa, il piano è completato solo nel 2018\19 con la spesa di un miliardo, poco meno o più. La struttura è classica degli stadi di questa nuova fase, quale ad esempio il Wanda Metropolitano dell’Atletico. Il nuovo stadio di Londra, ribattezzato Tottenham Hotspur Stadium nasce dalla demolizione dello storico White Hart Lane, stadio che ha ospitato per decenni le partite del Tottenham. Uno stadio troppo piccolo però, troppo poco adatto a manifestazioni non calcistiche e poco innovativo: ecco quindi il nuovo Tottenham Hotspur Stadium, che per i più nostalgici è il nuovo White Hart Lane.

L’inaugurazione della squadra di Kane e compagni sarà il 3 di Aprile, in occasione della partita di Premier League.

-Marco Cavallaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *