Fao, nasce la Convenzione Internazionale su Xylella e mosca della frutta

La FAO, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, ha stimato un danno da malattie delle piante per circa 220 miliardi di dollari. Le infestazioni causano perdite tra il 20% ed il 40%.

Lo dice l’ente FAO, durante la riunione annuale della Commissione per le Misure Fitosanitarie (Convenzione Internazionale per la Protezione delle Piante -IPPC).

La riunione la quale i lavori si protrarranno sino al 5 aprile, avrà l’obiettivo di trarre un bilancio sullo stato della salute delle piante e della protezione fitosanitari, inoltre, si adotteranno i nuovi standard internazionali per favorire il controllo dei parassiti ed il blocco delle infezioni pericolose come Xylella fastidiosa e mosca orientale della frutta.

Nuovi Standard

La 14 sessione della Commissione adotterà un nuovo standard per fornire indicazioni su tecniche migliorate di fumigazione per il controllo di intestazioni regolamentate.

Sarà inoltre presente all’incontro, un focus per definire e scongiurare le preoccupazioni riguardanti pratiche di fumigazione che possono risultare dannose per la salute dell’uomo e dell’ambiente. Sarà realizzata su sei parassiti, tra cui Xylella fastidiosa, una diagnostica circa i protocolli, procedure e metodi per la diagnosi.

Xylella fastidiosa cos’è

Patogeno che attacca colture economicamente rilevanti e fortemente stanziate sul nostro territorio, come olivi, agrumi e viti. Il patogeno vive e si riproduce all’interno dell’apparato conduttore della linfa grezza. Ogni anno, la malattia, genera ingenti danni economici che portano ad abbattere numerose piante, spesso anche secolari in extremis.

Focus sulla mosca orientale della frutta

la mosca orientale della frutta, è un insetto segnalato per la prima volta in Italia (ed in Europa ndr), in campania nel 2018 e che ha colpito numerose coltivazioni di avocado, banane, guaiava e mango in almeno 65 Paesi in Africa sub-sahariana e in Oceania. La stessa, segnalata recentemente dalla Regione Campania, può recare gravi danni alle nostre colture ed è dunque fondamentale l’attività di monitoraggio e di lotta per evitarne la diffusione.

Mosca Orientale della frutta Credits: National Geographic Itala

Alessandro Todero

Alessandro Todero

Classe 1992, nato alle pendici di Mongibello (comunemente conosciuto come Etna) a Catania, in Sicilia. Tra il profumo degli agrumi, e il sapore caratteristico degli arancini, ha intrapreso la via dell’attivismo politico-culturale promuovendone le diverse sfaccettature che si stanziano nel territorio catanese. Maturità artistica e Laurea in Pianificazione e tutela del territorio e del paesaggio, ha la propensione per i temi quali: Architettura, Arte ed Ambiente. Oggi trascorre il proprio tempo tra associazionismo, volontariato e studi di tutela ambientale presso il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) nel corso di laurea magistrale in Salvaguardia del territorio, dell’ambiente e del paesaggio. Un aggettivo caratterizzante? MULTITASKING!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *