Cibo nostrum, la grande festa del cibo in scena a Catania

La splendida Catania ha ospitato, lo scorso 31 marzo, l’ottava edizione di CIBO NOSTRUM, l’evento che ha come protagonista assoluto la buona cucina italiana.
#foodporn, catania, sicilia, luoghi da visitare, villa bellini, cibo nostrum

Cibo nostrum , lo scorso 31 marzo, è stato un vero e proprio inno alla gioia. La gioia che solo l’ospitalità e il calore tutto catanese sa dare, unitamente alla prelibatezza delle pietanze offerte. 300 cuochi e maestri pasticceri presenti, provenienti da tutta Italia, hanno messo in scena la loro arte culinaria.

Un evento davvero unico e prestigioso che quest’anno, dopo le precedenti edizioni svoltesi a Taormina, ha avuto come location la meravigliosa Villa Bellini: 25 mila le presenze registrate in questa edizione. Il pagamento all’ingresso della Villa garantiva la consumazione delle vari piatti gourmet. Tra primi di pesce, carne, pizza, specialità più insolite (una su tutte, la granita alla fragola e al radicchio) affiancate a specialità della tradizione etnea, vi era l’imbarazzo della scelta. In questa ottava edizione, la FIC ha reso inoltre un tributo ai catanesi, preparando la pasta alla Norma: più di seimila le porzioni preparate, in collaborazione con l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei

Tutto il ricavato (ben 60.000 euro raccolti) è andato in beneficenza a tre importanti associazioni: il Dipartimento Solidarietà Emergenze FIC, (Federazione Italiana Cuochi), che si occupa di fornire pasti caldi nelle zone italiane colpite dai sismi e calamità naturali; la Comunità di Sant’Egidio, che con il ricavato ripristinerà alcuni vecchi locali per ospitare i più poveri; infine la Locanda del Samaritano, punto di riferimento per chi non ha una casa, che ha promesso di promuovere una biblioteca sociale e costruire nuovi alloggi.

Seby Sorbello, presidente FIC Promotion, è entusiasta della buona riuscita dell’evento: « Siamo lieti che la città abbia risposto con grande energia e generosità». Tutto questo è stato possibile grazie anche al patrocinio e sostegno del MIPAAFT, il Ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

Un tripudio di fiori, grandi bicchieri e raffinate posate, tutto poggiato elegantemente su una grande tavola imbandita, ha accolto i visitatori di Cibo nostrum. Fine ultimo, quello di esprimere la convivialità siciliana, in cui il buon cibo rappresenta da sempre un grande momento di condivisione. Enzo Mosca ha curato personalmente tutto l’allestimento.

Al centro della Villa, un main stage ha accolto cuochi, istituzioni e artisti, tra cui Roy Paci. A condurre la serata brillantemente sono stati invece i giornalisti Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini. «Desidero ringraziare di vero cuore la città di Catania e i suoi abitanti per questa meravigliosa accoglienza. Siamo già abituati all’accoglienza del popolo siciliano e questo evento tutto etneo è stato l’ulteriore conferma». A parlare è stato il presidente nazionale FIC, Rocco Pozzulo, con grande ammirazione e affetto per la Sicilia.

Contemporaneamente (e collegato) all’evento di Cibo nostrum, in questi giorni alle Ciminiere di Catania si è svolto anche il Congresso Nazionale dei Cuochi FIC. Si è molto discusso circa le prospettive future della cucina italiana in un mondo sempre più globalizzato. Infatti, è sempre più importante puntare sulla qualità, richiesta dallo stesso cliente.

Chiara Grasso

Catanese trapiantata a Bologna, sono una specializzanda in letteratura russa e inglese. Amo viaggiare, leggere, scoprire e, naturalmente, scrivere: di cultura, di moda e di tutto ciò che fa tendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *