Incredibile, l’alieno Cristiano è disponibile

Una lesione muscolare, anche modesta, per un calciatore si recupera in più o meno un mese: per Cristiano Ronaldo dovrebbero esser stati efficaci 10 giorni di cure.

Macchinario della NASA , allenamento e piscina, oltre alla serie di fisioterapia: questa è la cura del talento portoghese.

Una determinazione incredibile

Una partita troppo importante per la stagione e dunque un appuntamento da non steccare per CR7, che ha fatto davvero di tutto per esserci e, quasi sicuramente, sarà della partita o quantomeno tra i convocati di Allegri. Atteso per l’allenamento in gruppo, Ronaldo può finalmente tornare a fare ciò che meglio gli riesce: gol. Una serie di allenamenti concentrati nel recupero, senza forzare nulla soprattutto grazie alla sua grande fisicità che è stata efficace nel recuperare in brevissimo tempo, era possibile ma non così facile.

Cristiano stesso nel post gara contro la Serbia, ( dove si è procurato la lesione) aveva detto di essere ottimista. Lui infatti aveva dichiarato di conoscere molto bene il suo corpo e che sarebbe stato pronto in 10-15 giorni e dunque pronto per la sfida Champions di Amsterdam. Un dottore? Uno specialista? No, semplicemente Cristiano Ronaldo.

La partita di Cristiano è iniziata un pò prima dunque, con la serie di cure e allenamenti continua che sono quindi stati determinanti per il recupero del fenomeno portoghese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *