Pat McGrath: la Madre del make up

Di origine brittanica, Pat McGrath è la make up artist più influente al mondo secondo la rivista Vogue. Non è un caso, infatti, che è considerata la “Madre del Make Up”.

Come tutto è iniziato

L’artista ha sempre avuto una passione innata per il mondo del beauty. Infatti, appena ha iniziato a frequentare l’università di moda ha capito subito di voler fare a tutti i costi il lavoro dei suoi sogni: la make up artist. Così, Pat McGrath ha iniziato ad imbucarsi nei backstage delle sfilate parigine pret-à-porter e cercare contatti a Londra. Ed è così che ha incontrato Caron Wheeler, la cantante del leggendario gruppo Soul II Soul proponendole di seguirla nel suo tour in Giappone per truccarla.

Altra importante influenza nella sua carriera è stata la madre. Infatti, Pat racconta che amava truccarsi e le sue ossessioni erano diventate le stesse dell’artista. Grazie alla madre ha conosciuto la signora della Avon. In un’intervista racconta che è stata la prima make-up artist e imprenditrice che ha visto. Da lì ha capito che nel mondo del beauty c’era posto per le donne come lei, appassionate di make-up e che volevano fare carriera.

Una volta entrata nel mondo della musica come truccatrice, si è fatta spazio lavorando per i giornali. Nel 1993 avvenne un incontro importante con la top model Amber Valletta, che dopo averla conosciuta durante uno shooting per Glamour Francia, parlò di lei con il celebre fotografo Steven Meisel. Due anni dopo fu chiamata a New York per un editoriale di couture scattato proprio da lui.

Pat McGrath, moda, haute couture

Il suo processo creativo l’ha portata negli anni a diventare un volto simbolo del make up, ricevendo numerosi premi come l’Isabella Blow Award; ai Fashion Awards del 2017 per il suo inestimabile contributo al mondo del beauty e della moda ed il prestigioso Founder’s Award del CFDA nello stesso anno.

Pat McGrath, moda, haute couture

Pat McGrath Labs, la nuova linea di make up

Dopo aver avuto la fortuna di collaborare con Armani nel lancio della sua linea di prodotti di bellezza ed essere direttore creativo del settore beauty di Procter & Gamble, supervisionando alcuni dei loro più grandi marchi, l’artista ha pensato che era arrivato il momento di lanciare la sua linea di beauty. Così, nella primavera del 2015 mentre stava lavorando in un laboratorio privato è riuscita a creare il più bel pigmento d’oro che avesse mai visto. Da qui prese il coraggio di iniziare una nuova avventura a dir poco soddisfacente, poiché una volta lanciati i suoi prodotti sono andati sold out in pochissimi giorni. Oggi, i prodotti che utilizza nei suoi lavori, che potete vederli nel suo account Instagram, sono realizzati da lei. Pian piano sta cercando di svelare i segreti del mestiere soddisfacendo le esigenze di tutte.

Per il suo ritorno nel Regno Unito, Selfridges le ha riservato un apposito spazio dedicandole tutte le sue 24 vetrine con l’obiettivo di far conoscere ai clienti il suo mondo beauty opulento e glamour. Il progetto è stato chiamato “A Technical Odyssey Directed by Pat McGrath” ed è il primo spazio interamente dedicato alla sua linea di make-up su suolo britannico dimostrando che c’è un motivo se viene definita la Madre del make up.

Natalia Carnemolla

Avatar

Natalia Carnemolla

Studentessa di Fashion Marketing&Business Management,20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *