Bruno Fernandes (sì, proprio lui): da meteora a fuoriclasse

Bruno Fernandes, 24 anni, è un talentuoso centrocampista offensivo passato dalla nostra SerieA con le maglie di Novara, Udinese e Sampdoria. Oggi, il portoghese è uno degli uomini mercato: ha fatto di tutto con lo Sporting Lisbona, in campionato e non.

Sporting Lisbona e Nazionale

Bruno Fernandes arriva allo Sporting Lisbona dalla Sampdoria per poco più di 8.5 mln di euro, una cifra ad oggi davvero imbarazzante.

Arrivato con le aspettative medio alte, in due stagioni ha sorpreso tutti, ma in particolare nella stagione in corso ha fatto e scritto pagine di storie dello Sporting Lisbona: miglior centrocampista europeo a livello di gol.  

Bruno Fernandes è infatti a quota 31 gol in tutte le competizioni, un record assoluto per un centrocampista. Capitano e riferimento dei portoghesi di Lisbona e anche nel giro della Nazionale di CR7, Bruno Fernandes a Giugno dovrebbe-potrebbe andare al Man City di Guardiola, per una modica cifra di 50 mln a salire. Un prezzo inatteso, alto, alla faccia della Samp e dell’Udinese che non hanno creduto così tanto in questo centrocampista davvero fenomenale.

In Serie A

In Italia Bruno Fernandes è sempre stato un incostante, così come altri che (anche loro) oggi fanno le fortune dei propri club, come Salah https://www.millennialsofficial.com/2019/05/12/klopp-e-levoluzione-senza-senso-di-momo-salah/. Chiaramente con una classe differente ma con questo passato in comune: l’incostanza e talento in Italia, talento ed un’esplosione totale quando sono ceduti all’estero.

Come detto, probabilmente anche questa volta l’Italia, nelle figure di Udinese e Sampdoria, non ha capito, inteso, ciò che avevano tra le mani, nonostante la già citata fatica ad essere costante del calciatore portoghese. Se pensiamo che B.Fernandes è stato ceduto per così poco non molto tempo fa ed oggi dovrebbero non bastare 50 mln per prenderlo, è chiaro che si capisce come nel calcio sia davvero tutto possibile, soprattutto sei hai talento. Bruno Fernandes è adesso nel giro dei grandi e pronto ad un livello un pò diverso: sì, il Manchester City.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *