Jean-Luc Cano, autore di Life is Strange, sceglierebbe di salvare…[SPOILER]

Etna Comics 2019 è stata una manifestazione ricca di ospiti, interessanti conferenze e bellissimi incontri: l’intervista a Jean-Luc Cano è stata una di questi.
Gentile, appassionato ed innamorato del proprio lavoro, l’autore di Life is Strange ha risposto, con entusiasmo e dovizia di particolari, alle numerose domande che gli sono state poste. 

Life is strange creator, jean-luc cano, ospite di Etna Comics, supporta Millennials,
“Per prima cosa, qual è il tuo finale preferito? Quello che avresti scelto?”

La prima cosa da dire è che non esiste un finale buono ed un finale cattivo. Non volevamo dire al giocatore quale fosse una buona ed una cattiva scelta. Ogni scelta che fai alla fine di Life is Strange va bene per noi. Per quel che mi riguarda, io ho scelto… – pausa ad effetto obbligata dalla sveglia che mi ricordava l’intervista che stavo già facendo – di scegliere Chloe (anziché Arcadia Bay)

Life is strange ending, save arcadia bay or chloe price
“Non posso esimermi dal chiederlo, qual è la tua coppia preferita di Life is Strange?”

Penso di essere profondamente innamorato di Max e Chloe. È come se fossero le mie figlie e quando le vedo insieme…è bellissimo

life is strange, max & chloe's kiss
“C’erano altri personaggi che hai sviluppato e che poi hai eliminato nella versione definitiva del gioco?”

Veramente no, però posso dirti che all’inizio quando ho creato Kate Marsh la odiavo. Tuttavia rappresentava delle tematiche che volevamo affrontare all’interno del gioco. È stato veramente importante per noi parlare del bullismo nei confronti dei ragazzi religiosi. E quindi mi sono detto “Ok, devo creare questo personaggio, non mi piace, ma devo farlo” e più scavavo a fondo più scoprivo di adorarla. Kate è lontanissima da quello che amo e quello in cui credo, però la capisco. 
Un altro personaggio che ho adorato è David Madsen, il patrigno di Chloe. È un perfetto idiota però credo sia un brav’uomo, soltanto molto goffo e che non sa come rapportarsi con lei. Mi piace il suo personaggio.

life is strange, kate marsh
“C’erano altri finali a cui hai pensato e che poi hai scartato?”

No, fin dall’inizio abbiamo scritto la storia e sapevamo come sarebbe andata a finire, nei videogiochi è fondamentale per creare una buona storia. Perciò noi sapevamo fin dall’inizio che gli unici finali possibili sarebbero stati il salvare Chloe o il salvare Arcadia Bay. 

“Quando hai iniziato a pensare alla storyline di Life is Strange, come hai organizzato il tuo lavoro?”

Avevamo tutta la storia e sapevamo che ogni giorno corrispondeva ad un episodio. Ogni personaggio deve evolversi in questo breve lasso di tempo, però deve farlo in relazione alle scelte del player. Quindi abbiamo aggiunto diverse diramazioni in modo che ogni personaggio avesse più di un modo per cambiare e crescere che dipendesse dalle scelte del giocatore. È stato un lavoro davvero impressionante ed abbiamo impiegato molto tempo per farlo. Prendi per esempio Kate, all’inizio, in questo punto, poi succede questo e quest’altro e poi pensi “no, questa cosa non ha senso, perché se fai queste scelte, lei non può essere in quel posto in quel momento” quindi abbiamo dovuto creare una versione alternativa di Kate, così come per Victoria e per gli altri. Quindi si, è stato un lavoro davvero enorme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *