“E la salute?”: Il movimento body positive

salute e obesità

Quando una persona non normopeso si trova a parlare con una persona che invece lo è dell’aspetto fisico, una delle prime cose che si sente dire è: “Sì, ma la salute?”.

Oppure, in alternativa, la frase sarà “Tranquilla, sei bella comunque”. Bella comunque, rispetto a cosa?

Ma tralasciamo per oggi questo secondo caso e torniamo ai nostri “medici” normopeso preoccupati per la salute o per la morte imminente della persona che hanno davanti.

Se proviamo a cercare sul nostro amato Google noteremo come le persone non normopeso debbano stupirsi di non essere già morte da un pezzo. Il diabete, la pressione arteriosa, infarti, ictus, l’amenorrea se si è donne. Uno dopo l’altro, ecco tutti i sintomi che arrivano e ci si domanda se si è vivi per miracolo.

Però la salute di chi ha un fisico diverso da quello standard, non ci riguarda.

Continuiamo a parlare di fisicità standard perché ci riferiamo a quello che è il canone sociale per cui una persona sta bene.

Il discorso è molto più semplice e lineare di quanto non sembri. Una persona obesa o gravemente sottopeso può avere tutti i valori nella norma, tenerli sotto controllo ed essere più in salute di una persona normopeso. Anche solo, banalmente, perché la persona normopeso non fa le opportune visite vedendo che sta bene.

Al contrario, una persona che ha una fisicità che la mette a rischio, probabilmente farà molte più analisi e molti più controlli di altri. Perché, sembrerà scioccante, la persona obesa (o sottopeso) sa di incorrere in maggiori rischi di salute.

Troppo grasso, o magro, mica vuol dire scemo!

Immaginiamo, poi, di avere davanti una persona che è “troppo” per un qualche motivo di salute – ad esempio un Disturbo dell’alimentazione. Se le chiediamo perché non si preoccupa della sua salute, sicuramente lei si sentirà meglio, giusto?

E poi, siamo onesti: abbiamo sempre qualcosa da ridire.

Eh, sì. Perché se sei troppo magro ti si vedono le ossa e non va bene.

Sei troppo grasso? Allora non ti preoccupi della tua salute.

Fai troppa palestra, quindi sei un fissato.

Se ne fai poca… beh, non sai che il movimento fa bene al corpo?

Chiediamoci, poi, perché “la salute” ci preoccupa per quanto riguarda il troppo (poco) grasso.

Quanti di noi, vedendo un fumatore incallito vanno da lui/lei dicendo “sì, ma la salute?”

salute e sigarette
La verità è che molti dei comportamenti che mettono a rischio la nostra salute sono socialmente accettati.

Eppure non riusciamo a smettere di criticare i corpi altrui.

Giulia Lausi

Giulia, 25 anni, scout e psicologa iscritta all'Albo A, perennemente oberata di impegni. Gli argomenti di cui scrivo vertono sulla parità di genere e su quanto ognuno di noi può fare per creare cultura. E su quanto possiamo "lasciare il mondo migliore di come l'abbiamo trovato".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *