Anime Estivi 2019 – “Vinland Saga”: un tuffo nell’affascinante mondo norreno

Finalmente dopo Fire Force, Dr. Stone ed i Cavalieri dello Zodiaco, eccoci all’ultimo commento a caldo sulla prima puntata di una delle novità di quest’estate: “Vinland Saga”! La recensione conterrà degli spoiler, quindi attenti vichinghi!

Una storia di vichinghi

vinland saga, wit studio, thorfinn, thors, amazon video“Vinland Saga” è senza dubbio l’opera più famosa di Makoto Yukimura già autore del visionario “Planetes”. Serializzato per la prima volta nel 2005, il manga ottiene un ottimo riscontro dalla critica vincendo anche alcuni premi. Nonostante il grande interesse del pubblico, “Vinland Saga” ha ottenuto solo quest’anno un adattamento anime da parte del magistrale Wit Studio, famoso per opere come l’Attacco dei Giganti, Seraph of the End o The Ancient Magus Bride.

La prima puntata è andata in onda il 7 Luglio e ci porta a fare un enorme salto indietro, fino all’undicesimo secolo. Qui vediamo un gigantesco guerriero vichingo di nome Thors, combattere aspramente in una battaglia navale senza esclusione di colpi. Alla fine della sequenza l’uomo, buttato in mare, naufraga su una terra sconosciuta lasciandosi alle spalle lo scontro.
La narrazione si sposta quindi nel 1002 d.c. in Islanda, dove un villaggio di vichinghi conduce una vita rurale e semplice. È qui che veniamo a fare la conoscenza del piccolo Thorfinn, figlio di Thors, e protagonista della storia. Il piccolo si mostra subito assetato di avventura, soprattutto dopo aver sentito parlare da Leif Erikson della tranquilla terra da lui scoperta e poi ribattezzata Vinland, che altri non è che la moderna Terranova. La vita tranquilla di Thorfinn e della sua famiglia, viene però minata dall’arrivo di uno schiavo dall’altro lato delle montagne ed il conseguente scontro con il suo padrone, il crudele Halfdan.

Un inizio pacato

vinland saga, wit studio, thors, amazon videoLa prima puntata di “Vinland Saga” finisce in questo modo, lasciando all’osservatore la voglia spasmodica di cliccare sul secondo episodio. Nonostante non siano accadute molte cose, è una puntata ottima per presentare il mondo in cui si svolgono le vicende. La sequenza iniziale della battaglia mette subito in luce il mondo violento e a volte crudele dei vichinghi, in netto contrasto con la vita semplice mostrataci nella seconda parte della puntata. È un mondo ricco di dualismi quello che ci si pone davanti che riesce ad appassionare anche senza avvenimenti particolarmente memorabili.

La storia sembra fare riferimento ad eventi realmente accaduti ed alcuni personaggi, compreso il protagonista, prendono spunto da eroi e figure storiche importanti della cultura norrena. Insomma, riesce nel proprio obbiettivo di incuriosire pur senza gettare delle basi ben precise per la storia di Thorfinn.

Animazioni da Odino e “Vinland”

“Vinland Saga” sembra un’opera scritta con cura ed animata in modo egregio. Il Wit Studio non ci delude neanche stavolta, regalandoci paesaggi mozzafiato e combattimenti dinamici. L’unico momento in cui la grafica non sembra essere all’altezza del resto dell’anime è nelle animazioni CGI, che si mostrano un po’ titubanti. Anche questo purtroppo è uno dei marchi di fabbrica dello studio d’animazione, tuttavia non rovina la fluidità della narrazione, soprattutto nei momenti più concitati. Le musiche di Yukata Yamada, famoso soprattutto per aver realizzato la colonna sonora della saga di Tokyo Ghoul, sono semplici ed adatte ad un anime storico. Riescono a fare immedesimare lo spettatore, sfruttando le melodie per gestire anche il ritmo dell’azione.

vinland saga, wit studio, thorfinn, amazon video

Per quanto riguarda la storia e la caratterizzazione dei personaggi, per ora abbiamo visto ben poco. Thorfinn purtroppo è solo un bambino, quindi non è facile interpretare il suo carattere e soprattutto come esso potrebbe svilupparsi nel corso della storia. Inoltre in generale in questo primo episodio viene dato più spazio al padre Thors. Un uomo che sa essere spietato ma che dimostra di possedere un cuore nobile, disposto a cedere gran parte dei suoi possedimenti pur di liberare uno schiavo in fin di vita e dargli una morte onorevole. È una figura misteriosa e carica di carisma, che incarna alla perfezione il dualismo del mondo che ci è stato posto davanti. Un mondo semplice, dilaniato dalle battaglie per il territorio e dalla voglia di scoprire nuove terre.

vinland saga, wit studio, thors, amazon video

È interessante anche il personaggio di Leif, esploratore venuto a contatto con gli indigeni americani in modo pacifico, ottenendo addirittura il loro rispetto. È una figura innovativa nel mondo vichingo, così violento e carnale. Vinland è un luogo di speranza e pace, idealizzato fin da questi primi minuti come un mondo quasi perfetto.

Conclusioni

Insomma, non resta che vedere come si evolverà la vicenda! Consiglio vivamente “Vinland Saga” sia agli appassionati di storia che ai profani. Sembra che l’opera sia abbastanza profonda e che non si limiti ad essere un pretesto per mostrare delle botte da orbi, che di certo non mancheranno. Confido nella sensibilità mostrata dall’autore che potrebbe regalarci una una vera e propria gemma nell’ambito degli anime storici.

Se questo commento a caldo vi ha incuriosito abbastanza da voler provare anche voi ad immergevi nel mondo rustico dei vichinghi, è possibile recuperare “Vinland Saga” su Amazon Prime Video.

Elisa Rapisarda

Studentessa di nome ma non di fatto, amante di tutto ciò che mi distragga dallo studio. Sono nell'ambito del volontariato dal 2016 ed ho un rapporto complicato con le ambulanze che guido. Le mie giornate si dividono tra videogiochi, scrittura creativa e parlare male di tutto ciò che guardo... soprattutto se mi piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *