Romolo + Giuly: una tragica commedia italiana

La tragedia di Romeo e Giulietta è una delle più conosciute nel panorama letterario. Ci viene insegnata fin da quando siamo piccoli studenti, alle prese con la difficoltà nello scrivere il cognome dell’autore.
Due innamorati, con sfondo la ridente città di Verona, le cui due famiglie sono avverse per motivi prettamente economici. È vietato a qualunque membro di una delle due famiglie di frequentare l’altra, eppure Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti si conoscono, si innamorano, e muoiono tragicamente in una delle storie d’amore più belle e tristi che il panorama letterario inglese ci abbia mai regalato.
Eppure la FOX, canale che in Italia è sotto diritti Sky, ci ha regalato una produzione che mischia Romeo e Giulietta con Suburra e Boris: è Romolo+Giuly: la guerra mondiale italiana.

Montacchi & Copulati: Romolo + Giuly

Romolo Montacchi e Giuly Copulati sono due ragazzi della Roma bene. Fanno parte di due delle famiglie più influenti della capitale: i Montacchi, con il capofamiglia Massimo (intepretato da Massimo Ciavarro, già volto conosciuto della tv italiana) e la moglie Olimpia. Dall’altro lato, i Copulati, con Arfio e Anna. Le due famiglie si contendono vari terreni e proprietà immobiliari di prestigio, aprendo così una guerra che si estenderà poi al resto dell’Italia, comprendendo l’asse Milano-Napoli. Solo l’amore tra Romolo e Giuly potrebbe instaurare un regime di pace e fratellanza, così da fermare un’ipotetica “guerra mondiale italiana”. Ma basterà davvero solo quello, oppure soldi/fama/dominio saranno più importanti di un mero sentimento?

Roma Caput Mundi

La spiccata ironia e il pungente sarcasmo fanno da padrone in un panorama quasi grottesco. Romolo+Giuly rappresenta quasi uno specchio dell’Italia odierna, che paradossalmente aveva descritto Shakespeare nel 1595, e ne fa scherno mischiandola con elementi puramente shakespeariani. I nomi, la città, sono un continuo rimando a serie già viste ma da cui non copiano nulla. Come Suburra, anch’essa ambientata tra Roma e il litorale Ostiense, che ha anch’essa in primo piano il dominio sui territori capitolini, con una guerra tra famiglie romane e la Sacra Chiesa. Ma Suburra riporta tutto con la cruda realtà, un pugno nello stomaco dello spettatore. Invece in Romolo+Giuly avviene quasi il contrario. Dimostrando i problemi del nostro bel paese e mettendo quasi in ridicolo il nostro modo di mantenere viva l’italianità, arriva molto più fluidamente alla coscienza di uno spettatore disattento, che potrebbe “addormentare” la mente grazie a quella comicità tipica del nostro paese.

È un pugno nello stomaco più subdolo, ma che viene addolcito anche dalla presenza di webstar come Le Coliche o Michela Giraud (Educazione Cinica) e di volti noti della tv italiana (la presenza di Carlo Conti, Giorgio Mastrota, Fortunato Cerlino e Francesco Pannofino – già noto per Boris, altra produzione FOX – sono quasi una visione familiare).

La serie è presente nel catalogo NOWTV e sulla piattaforma SkyGo per gli abbonati.

REG

Ilaria Caiazzo

Studente a tempo pieno, interprete e traduttrice a tempo perso. Scrivo di cinema, serie tv e libri. Ossessionata dal make-up e dai serial killer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *