Chiamatemi Anne e quella nostalgia degli anni ‘80

Chi è cresciuto nel ventennio 1980 – 2000 si ricorderà sicuramente la storia di Anna di Green Gables, chiamata più comunemente “Anna dai capelli rossi”. Il cartone veniva riproposto periodicamente sia nella fascia pomeridiana, nel momento post-compiti, sia nella prima mattinata, rendendo la fase “pre scuola” più spensierata e serena.
Netflix ha, negli ultimi anni, riproposto adattamenti di vari prodotti già presenti nella cultura pop di questi ultimi anni. Ci basti pensare al super criticato live action di “Death Note”. O, ancora, a quello di “Full Metal Alchemist”. Eppure, con “Anne with an E”, Netflix ha riportato alla memoria vecchi ricordi di semplicità condivisa con altri della nostra generazione.

Anne with an E – Anna dai capelli rossi

Anne with an E è una storia d’altri tempi, ma con temi paradossalmente attuali. Rimasta orfana a 11 anni, tra mille peripezie, finisce in un orfanotrofio. Qui viene erroneamente adottata da Matthew Cuthbert, fratello di Marilla, che vive con lui. La coppia vive a Green Gables, un piccolo borgo di Avonlea, ed è proprietaria di una fattoria con annesso un piccolo pezzo di terra, che in due non riescono a mantenere.
L’arrivo di Anne, inizialmente, non convince Marilla, che aveva espressamente chiesto all’orfanotrofio un ragazzo che li potesse aiutare a sostenere il peso del lavoro nei campi. Anne, con la sua vivace immaginazione e la sua spiccata parlantina, entra nel cuore della gelida Marilla donando gioia sia a lei che a Matthew, non avendo mai potuto avere dei figli.

A causa della sua ingenuità, Anne fa fatica ad integrarsi con una società troppo materialista e dura, ma trova conforto nell’amicizia con Diane, figlia di una ricca amica di famiglia dei Cuthbert. I suoi capelli rossi sono una luce di speranza anche nella vita di Gilbert. Con il suo compagno di classe,  dapprima ha un rapporto di odio e fastidio, che si trasforma in una reciproca fiducia. Anne capirà la forza dell’amicizia, della giustizia, dello studio e della famiglia grazie all’amore incondizionato dei suoi genitori adottivi, dell’intera comunità di Avonlea.

I romanzi di formazione

Anne with an E è un fantastico esempio di quelli che in letteratura si chiamano “romanzi di formazione”. La sua crescita personale è il punto focale di quelli che sono stati gli ostacoli di tutti noi a quell’età. Gli alti e bassi, le amicizie perse e ritrovate, il rapporto conflittuale con la famiglia e il fare esperienze nuove infrangendo le regole sono dettagli della preadolescenza che chiunque ha sperimentato nella propria vita. Anne with an E è un perfetto esempio di come i secoli passano, i tempi cambiano, ma le esperienze sono sempre le stesse.

Anne with an E è disponibile su Netflix.  

Ilaria Caiazzo

Studente a tempo pieno, interprete e traduttrice a tempo perso. Scrivo di cinema, serie tv e libri. Ossessionata dal make-up e dai serial killer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *