Il 2020 sarà l’anno di PS5 e Xbox Series X

Il decennio si apre con un nuovo capito della console war. Durante il 2020 sono previsti i lanci delle piattaforme di Microsoft e Sony che promettono grandi cose.

Guerra senza fine

Se siete minimamente appassionati di videogiochi sapete perfettamente che da anni si combatte una vera e propria guerra mondiale. Una lotta a suon di vendite che contrappone i big del settore da decenni oramai.
In origine, negli anni ’80, Sega e Nintendo si contendevano il predominio del mercato. Oggi dopo generazioni di videogiochi e console gli attori hanno cambiato nome, Microsoft e Sony, ma entrambi continuano a duellare per la supremazia. Il 2020 sarà l’anno del lancio dalle nuove piattaforme next gen prestazionali come non mai, chiamate non solo a combattere tra di loro ma anche a difendersi anche dalle nuove minacce esterne.
Oltre all’avanzata dei PC da gaming, potenti e flessibili, i nuovi servizi come Google Stadia rischiano di erodere il mercato.

Console War
Fonte: startmag.it.

PS5

Sull’angolo orientale del ring trova spazio la nuova PS5. Dovrebbe arrivare nell’autunno 2020 e i primi rumors parlano di una serie di migliorie che faranno contenti molti appassionati. A livello tecnico sotto la nuova custodia troverà spazio la CPU AMD Ryzen, con standard Zen 2, mentre la GPU, sempre AMD, sarà basata sull’architettura Navi 10.
Le feature tecniche promettono molto. Su tutte, la più importante ed attesa, è l’adozione del ray tracing. L’ultimissima tecnologia grafica riguarda la possibilità di calcolare in modo realistico ed in tempo reale i raggi della luce e le loro interazioni con gli oggetti presenti in una scena. In questo modo è possibile ricreare fedelmente le rifrazioni e l’illuminazione, rendendo il tutto più coinvolgente. Sempre per aumentare l’immersione dell’utente sarà presente un chip per l’audio 3D, anche se sarà necessario capire come il suono verrà amplificato, oltre alla compatibilità con gli attuali visori PlayStation VR.

PlayStation 5
Una ricostruzione dell’aspetto della nuova PS5. Fonte: eurogamer.it

Xbox X Series

Insieme a Babbo Natale arriverà anche lo sfidante statunitense. Sotto la scorza di design, che rende il tutto un bell’oggetto da tenere in salotto, l’hardware è di tutto rispetto. Microsoft ha detenuto il primato per la console più potente con Xbox One e vuole assolutamente mantenere la leadership. CPU e GPU dovrebbero essere gli stessi della giapponese ma il processore potrebbe viaggiare molto più velocemente.
Due le novità davvero interessanti. Gli americani hanno annunciato che la piattaforma supporterà il 4k a 120 Hz. Ciò significa che alcuni giochi potrebbero toccare i 120 FPS in ultra-HD e vi sono ipotesi circa la disponibilità dell’8K, sempre che il TV lo supporti.
Passiamo poi al rate shading variabile. Una tecnologia brevettata da Microsoft pensata per stabilizzare il frame rate ottimizzando il rendering dell’immagine.

Xbox, il 2020 sarà un anno di grandi battaglie videoludiche
Xbox X Series. Fonte: gametimers.it

Retrocompatibilità e prezzo

Entrambe le piattaforme saranno retrocompatibili. Tutti i giochi di PS4 e Xbox X potranno essere utilizzati anche sulle nuove console, con sommo piacere dei giocatori e degli sviluppatori che non dovranno radicalmente cambiare i loro prodotti e programmi di sviluppo.
Un incentivo per l’acquisto del nuovo prodotto che forse andrà a compensare l’alto costo del tutto. Infatti, anche se non sono stati comunicati i prezzi ufficiali, le prime indiscrezioni parlano di 399 dollari per la PS4 e ben 600 dollari per l’Xbox.

Google Game, il 2020 sarà un anno di grandi battaglie videoludiche
Google Stadia. Fonte: corriere.it

Minacce esterne

Se in passato la lotta rappresentava il totale del venduto videoludico oggi la situazione è molto diversa. I PC hanno eroso man mano il mercato specialmente tra chi ha desiderato una macchina sempre più prestazionale. I nuovi hardware di “pregio” di PS5 e Xbox X series vanno proprio nella direzione di recuperare terreno nei confronti dei computer.
Il Nintendo Switch sta macinando consenso ed è un ottimo outsider tra i due litiganti.
Ma Google Stadia, ed altri servizi di Cloud Gaming, potrebbe ulteriormente cambiare le carte in tavola. Il nuovo servizio di Big G promette una vera e propria rivoluzione specialmente. I costi bassi di accesso alla piattaforma, i titoli disponibili e la portabilità sono punti di forma molto allettanti. Permangono però i problemi di input lag ed una libreria di giochi ancora un po’ ristretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *