Sanremo 2020 – VINCE DIODATO!

Vince la settantesima edizione del Festival di Sanremo Diodato, portandosi a casa anche il premio Lucio Dalla e il premio della critica Mia Martini.
Tosca vince il premio Bigazzi mentre Gabbani arriva secondo vincendo il Premio Tim Music. Vincitori morali del festival sanremese? A nostro avviso, i Pinguini Tattici Nucleari. A “L’altro festival” dominano gli Eugenio in Via Di Gioia.

Il vincitore della settantesima edizione del Festival di Sanremo Diodato.
Il vincitore della settantesima edizione del Festival di Sanremo Diodato.

Conclusioni

Tiriamo un po’ le somme di questi cinque giorni di festival. In parecchi si sono lamentati di quanto sia stato lungo ed interminabile. Effettivamente la quarta serata è terminata alle 2.30 del mattino. Ma la direzione artistica di Amadeus ha dato veramente spazio alla musica.
Si è sempre cercato di andare contro la tendenza delle più grandi testate giornalistiche, che in questi giorni hanno solo ed esclusivamente dato contro al Festival, ma questa sera non possiamo che essere amareggiati da quella che è la classifica.
L’intera sala dell’Ariston fa percepire il suo disappunto quando vengono comunicate le posizione dalla ventitreesima alla quarta. C’è qualcosa di tremendamente sbagliato in questo Sanremo, qualcosa che lo tiene bloccato e non gli da la possibilità di evolversi.
Il pubblico in sala sembra l’unica cosa che si è evoluta, prendiamo i casi di Junior Cally e di Achille Lauro. Fischiati entrambi alla prima apparizione sul palco, il primo per tutta la burrasca che si è scatenata per via di una canzone scomoda, il secondo per il look “insolito” che ha proposto.
In questa ultima serata i fischi più forti durante la classifica sono arrivati proprio per loro per le posizioni basse ottenute. Infatti Junior Cally si classifica ventiduesimo e Achille. Le proteste si sono fatte sentire anche per Rancore che si è classificato in decima posizione.
I contenuti portati dal giovane rapper romano, sono quelli più controversi, completi e di talento, infatti vince il premio Sergio Bardotti per il miglior testo.

Televoto si o no?

Come al solito vedendo i risultati del televoto, il volere del pubblico non conta nulla. Gabbani era primo al televoto (38%), secondi i Pinguini Tattici Nucleari(37%) e infine Diodato (27%). La domanda sorge spontanea, perché continuare a tenere il televoto se non lo si prende in considerazione? La stessa situazione si è verificata l’anno scorso, ma Gabbani l’ha affrontata diversamente da Ultimo.

Disordine e Spoiler non desiderati.

Quello che si è notato è una grande confusione, che il povero Amadeus, accompagnato dall’immancabile Fiorello ha provato a gestire.La faccia della Leotta sembrava quella di una studentessa universitaria in piena sessione di lunedì mattina. Scocciata e mal disposta, tanto da farci pensare dopo l’esibizione sulla base di Eminem, perché è ancora qui? Ma la vera confusione c’è stata in sala stampa, dove il vincitore era stato annunciato in largo anticipo. La mattina di Sabato la sala stampa chiede l’embargo, ovvero la possibilità di sapere il vincitore in anticipo, per far si che ci sia la pubblicazione della domenica mattina. A causa di un errore umano Sky tg24 annuncia in anticipo il vincitore. Scatta la rissa in sala stampa, ma non è questo piccolo errore l’unica causa. I malumori infatti sono iniziati, per la mancanza di prosecco per fare lo spritz.

Roni Fasciani

Roni Fasciani

27 anni, studentessa di Lingue con la valigia sempre pronta per viaggiare. Immancabili le cuffie per poter sentire la musica, sua fedelissima compagna di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *