Letture da quarantena: scegli un libro contro la noia

La quarantena sembra non finire mai. Eppure, si può sempre trovare qualcosa da fare per superare la noia. Dopo avervi consigliato canzoni, film e serie tv, è il momento di dedicarsi alla lettura. Ecco quindi una lista da cui poter scegliere un libro da scoprire o riscoprire in questi giorni di dolce far niente.

 

Libri da compagnia

  • Harry Potter, J. K. Rowling

Per gli amanti della saga ogni occasione è buona per tornare ad Hogwarts; per chi vuole scoprire questo mondo è il momento perfetto, tanto più che Italia 1 ha cominciato la maratona dei film. Chi conosce già Harry e la sua storia sa che nessun libro ha la stessa capacità di trasportarci altrove. Una scopa o macchina volante, un mantello dell’invisibilità e un po’ di Metropolvere farebbero sicuramente al caso nostro: in un attimo saremmo fuori di casa e… fatto il misfatto!

 

  • Il barone rampante, Italo Calvino

Cosa c’è di meglio di farsi un giro all’aria aperta pur restando chiusi in casa?
15 giugno 1767: il dodicenne Cosimo Piovasco di Rondò sale su un albero e decide di non scendere mai più a terra. Di ramo in ramo, tra un bosco e un giardino, trascorrerà tutta la sua vita all’aria aperta senza per questo rinunciare al contatto umano. Conoscerà l’amore e l’avventura, senza perdere la sua famiglia e partecipando a suo modo alla vita della comunità. Perché non sempre serve essere vicini per poter essere insieme agli altri.

 

  • Il diario di Anna Frank, Anna Frank

Un classico tra la documentazione della seconda guerra mondiale, non necessità di alcuna presentazione. Probabilmente è uno dei libri più letti, ma rileggerlo in questo momento storico può farci capire quanto sia stupida la nostra insofferenza verso le mura di casa. Ci sono fortune che necessitano di qualche aiutano per essere comprese a fondo.

 

  • Inferno, Dan Brown

A proposito di virus letali, ecco una lettura che vi terrà con il fiato sospeso. Nel quarto libro di cui è protagonista, il docente di Simbologia di Harvard Robert Langdon si reca in Italia per svolgere delle ricerche sulla Divina Commedia di Dante. Eppure, di questo non ha alcuna memoria: si sveglia in un ospedale di Firenze con una ferita alla testa e un’amnesia che gli impedisce di ricordare i giorni precedenti. In più, viene inseguito da un killer e dal suo stesso governo. Cosa ha scordato? E cosa contiene la misteriosa capsula trovata nella sua giacca?

 

 

  • L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita, Alessandro D’Avenia

“Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un’arte della gioia quotidiana?” Queste sono le domande che aprono il risvolto di copertina di questo libro-viaggio attraverso Leopardi. Il poeta pessimista e sfortunato rivela invece, attraverso gli occhi di D’Avenia, tutta la sua fame di vita ed infinito. Quella stessa che stiamo provando tutti spingendo il tempo in attesa di poter riprendere la nostra vita magari davanti al mare senza limiti.

 

  • La morte di Ivan Il’ič, Lev Tolstoj

La paura e sinistra presenza della morte accompagna in sottofondo le nostre giornate. Ogni giorno viene aggiornato il numero dei deceduti, ogni giorno si teme che qualcuno che conosciamo sia il prossimo. C’è chi lo ignora, chi si distrae, chi è più bravo di altri ad escludere un’idea così angosciante. Eppure, per chi proprio non riesce a fare a meno di pensarci questo libro può essere una fonte di riflessione: cosa succede se un uomo malato e prossimo alla morte rivede tutta la sua vita e comprende la propria verità?

 

  • Le cronache di Narnia: Il leone, la strega e l’armadio, C. S. Lewis

Primo libro pubblicato da Lewis del ciclo di avventure ambientate nella Terra di Narnia, fa parte di una serie entrata a pieno titolo tra i classici della letteratura inglese del Novecento. Grazie anche al suo adattamento cinematografico, quasi tutti conosciamo la storia dei quattro fratelli che entrando in un armadio si ritrovano in un mondo nuovo, sconosciuto e sorprendente. Quanto sarebbe bello se anche i nostri armadi ci portassero in un mondo diverso! In attesa che questo accada, potete prendere in prestito quello dell’eccentrico prof. Kirke.

 

  • Lettere a Milena, Frank Kafka

Questa raccolta di lettere scritte da Franz Kafka a Milena Jesenská tra il 1920 e  il 1923 ci permette di riscoprire il potere della comunicazione a distanza. Questa donna, conosciuta in un caffè a Praga, vuole condividere con il solitario e angosciato scrittore la propria gioia di vivere. Nell’arco di tre anni, questo scambio epistolare mette in contatto due mondi e due personalità molto diverse, testimoniando quanto una persona possa incidere in una vita nonostante i chilometri di distanza.

 

  • Mio fratello rincorre i dinosauri, Giacomo Mazzariol

Recentemente apparsa nelle sale cinematografiche, la storia di Giovanni ci insegna a far attenzione a cose che non notiamo neanche. Il libro perfetto per evadere dalla nostra quotidianità e vivere con gli occhi di un bambino affetto dalla sindrome di Down una realtà tutta nuova. E forse, dopo questa lettura, anche le cose che ci sembrano più piccole e banali acquisteranno un fascino diverso.

 

  • Noi siamo infinito. Ragazzo da parete, Stephen Chbosky

Ancora una volta torna il romanzo epistolare. Questa volta, sono le lettere di Charlie rivolte ad un amico. Se vi mancano la scuola, gli amici, le feste è il libro giusto per rivivere queste emozioni. Attenzione alle semplificazioni però: non è una lettura facile nè superficiale. Come in ognuna delle nostre storie, nella vita di Charlie ci sono cose che sono più di quanto sembrano. E quell’intreccio di personaggi che ruotano attorno a lui sono portatori di altrettante sfaccettature. Chissà che non sia il momento giusto per riflettere su quelle dei nostri amici.

Monica Seminara

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *